I casi a Verona e Sulmona

Carceri e suicidi, dramma senza fine

Pare che sia necessario ancora qualche giorno perché il pallottoliere dei suicidi in prigione riprenda il suo giro, magari con questi due che al secondo tentativo ce la fanno. Pare che intanto non gliene frega niente a nessuno.

Giustizia - di Iuri Maria Prado - 4 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Carceri e suicidi, dramma senza fine

Hanno festeggiato l’arrivo del 2024 tentando di ammazzarsi. Uno nel carcere di Verona, l’altro in quello di Sulmona. Pare che i discorsi di fine anno e di auguri per il nuovo siano entrati nelle loro celle senza rasserenarli. Pare che non se la sentissero di sentirsi orgogliosi in un altro anno di orgoglio italiano.

Pare che preferissero seguire le decine di detenuti come loro che hanno scelto di togliersi di mezzo nel corso dell’anno appena concluso. Pare che li abbiano rimessi nelle loro celle. Pare che la notizia del loro tentativo di togliersi la vita in un carcere non abbia fatto molta notizia.

Pare che sia necessario ancora qualche giorno perché il pallottoliere dei suicidi in prigione riprenda il suo giro, magari con questi due che al secondo tentativo ce la fanno. Pare che intanto non gliene frega niente a nessuno.

4 Gennaio 2024

Condividi l'articolo