Guerra in Medio Oriente

Gaza, Natale di morte: 100 persone uccise in sole 12 ore

I raid israeliani contro due campi profughi. Ad oggi, dall'inizio del conflitto, ci sono state 20.400 palestinesi e 1.139 ebrei. 156 i soldati dello Stato ebraico che hanno perso la vita

Esteri - di Redazione Web - 25 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Gaza, Natale di morte: 100 persone uccise in sole 12 ore

Almeno 70 palestinesi sono stati uccisi in un attacco aereo al campo profughi di Al-Maghazi. Lo riferisce Al-Jazeera sottolineando che un portavoce del ministero della Sanità palestinese descrive l’attacco come un ”massacro”. L’esercito israeliano ammette che sta combattendo una ”guerra complessa e complicata” con molti soldati uccisi. Si dice che almeno cinque corpi di prigionieri morti siano stati recuperati da un tunnel nel nord di Gaza. Più di 20.400 palestinesi sono stati uccisi negli attacchi israeliani dal 7 ottobre. Il bilancio rivisto delle vittime dell’attacco di Hamas contro Israele ammonta a 1.139. Durante la notte ci sono state altre morti e distruzioni nel centro della Striscia di Gaza, concentrate nei campi profughi di al-Maghazi e al-Bureij.

Lo riferisce il sito di Al Jazeera evidenziando che nelle ultime 12 ore sono state uccise circa 100 persone, la stragrande maggioranza delle quali donne e bambini. Secondo la testata le bombe sono cadute su case ed edifici, distruggendo quartieri e infrastrutture, tra le quali le strade che conducono dentro e fuori dai campi profughi. L’esercito israeliano ha avviato una ‘verifica’ sull’attacco aereo condotto la scorsa notte nel campo profughi Maghazi, nel settore centrale della Striscia di Gaza. Lo ha riferito la radio militare. Il portavoce militare israeliano Avichay Adraee (che si esprime in arabo) è tornato intanto a sollecitare oggi la popolazione che si trova nel settore centrale della Striscia ad allontanarsi dalle zone di combattimento, che in questa fase si concentrano a Khan Yunis e alla arteria Sallah-a-Din. Per quanti cercano di evacuare Adraee ha indicato sul web un itinerario che dal settore centrale conduce a Deir al-Balah e da là, costeggiando il mare, fino a Rafah, all’estremita’ meridionale della Striscia.

Due soldati sono stati uccisi ieri in combattimenti avvenuti nel nord della striscia di Gaza. Lo ha reso noto il portavoce militare. Sale cosi’ a 156 il bilancio dei militari morti nella operazione terrestre contro Hamas a Gaza, lanciata alla fine di ottobre. Ieri il portavoce militare ha aggiornato che le forze di terra stanno estendendo le operazioni a Khan Yunis, principale città del settore meridionale della Striscia, ”operando sia sopra sia sotto il livello stradale, all’interno dei tunnel militari di Hamas”. ”In quell’area – ha anticipato – continueremo ad accrescere la nostra presenza anche nei prossimi giorni”.

25 Dicembre 2023

Condividi l'articolo