Le parole dell'ayatollah

Niente tregua a Gaza, la minaccia dell’Iran: “Chiuderemo il Mediterraneo se continueranno i crimini di Israele e USA”

Le dichiarazioni del comandante delle Guardie della Rivoluzione iraniana. L'ayatollah Khamenei: "Nessuno fa differenza tra il regime sionista, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna. Il regime usurpatore e ostile di Israele sarà sradicato dalla terra"

Esteri - di Redazione Web - 23 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Iranian Basij paramilitary force members carry a symbolic coffin of Israel in an anti-Israel rally at Enqelab-e-Eslami (Islamic Revolution) Sq. in Tehran, Iran, Wednesday, Oct. 18, 2023. The Farsi on coffin reads: ” Time is up”. (AP Photo/Vahid Salemi)
Iranian Basij paramilitary force members carry a symbolic coffin of Israel in an anti-Israel rally at Enqelab-e-Eslami (Islamic Revolution) Sq. in Tehran, Iran, Wednesday, Oct. 18, 2023. The Farsi on coffin reads: ” Time is up”. (AP Photo/Vahid Salemi)

Secondo quanto riportato da Reuters un comandante delle guardie della rivoluzione iraniana ha affermato che il Mediterraneo potrebbe essere “chiuso” se gli Stati Uniti e i loro alleati continuassero a commettere “crimini” a Gaza. La dichiarazione arriva all’indomani della risoluzione delle Nazioni Unite per gli aiuti nella Striscia di Gaza che però non ha incluso la tregua e dopo le accuse di Israele all’Iran sull’attacco a una nave nell’Oceano Indiano.

“Dovranno aspettarsi presto la chiusura del mar Mediterraneo, dello stretto di Gibilterra e di altri corsi d’acqua”, ha detto Mohammad Reza Naqdi, comandante dei pasdaran citato da Tasnim. L’Iran non ha accesso diretto al Mediterraneo e non è chiaro come potrebbe riuscire a chiuderlo. Naqdi ha parlato di “nascita di nuove potenze di resistenza e chiusura di altre vie d’acqua”. Sulla risoluzione ONU le critiche delle organizzazioni internazionali che chiedono di porre fine ai combattimenti per permettere l’arrivo degli aiuti nella Striscia. La Lega Araba ha criticato come tardiva e inadeguata la risoluzione. Sullo stesso punto è intervenuto con una dichiarazione anche l’ayatollah Ali Khamenei.

Le dichiarazioni dell’ayatollah Khamenei

“I palestinesi hanno vinto l’attuale guerra di Gaza perché hanno rivelato la falsità delle affermazioni degli Stati Uniti e dei paesi occidentali in difesa dei diritti umani”, ha dichiarato il leader iraniano Ali Khamenei, aggiungendo che gli Usa e i loro alleati “hanno perso la faccia” dopo aver “sfacciatamente posto il veto alla risoluzione” del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla cessazione degli attacchi israeliani. “Oggi nessuno fa differenza tra il regime sionista, gli Stati Uniti e la Gran Bretagna”, ha aggiunto l’ayatollah. “Indubbiamente, il regime usurpatore e ostile di Israele sarà sradicato dalla terra. Ciò accadrà sicuramente in futuro”.

L’accusa di Israele all’Iran per l’attacco a una nave nell’Oceano Indiano

Lo Stato Ebraico aveva accusato l’Iran per l’attacco che questa mattina aveva colpito al largo delle coste indiane una nave cisterna adibita al trasporto di prodotti chimici battente bandiera della Liberia che sarebbe collegata a Israele.

23 Dicembre 2023

Condividi l'articolo