L'accordo

Guerra Israele-Hamas, nuova consegna di ostaggi e prigionieri: tregua per altri due giorni

Esteri - di Redazione - 27 Novembre 2023

CONDIVIDI

Guerra Israele-Hamas, nuova consegna di ostaggi e prigionieri: tregua per altri due giorni

Altri ostaggi liberati da Hamas, altri prigionieri fuori dalle carceri israeliane, altri giorni di tregua. Sono le notizie che arriva dal Medio Oriente, dove le trattative tra il governo Netanyahu e Hamas, col ruolo chiave di mediatori di Qatar e Stati Uniti, continuano.

Al quarto giorno di stop alle ostilità le due parti sono riuscite infatti a raggiungere un nuovo accordo per la liberazione di ostaggi e prigionieri.

Ostaggi e prigionieri rilasciati

Undici ostaggi, tra cui due bambini, sono stati rilasciati da Hamas e consegnati alla Croce Rossa: tutti provengono dal kibbutz Nir Oz, assaltato dai miliziani islamici il 7 ottobre scorso.

Anche Hamas ha ricevuto la lista dei prigionieri che saranno rilasciati da Israele, riferisce ‘Al Jazeera’. Nella lista ci sono tre donne, Yasmin Shaaban e Etaf Jaradat, entrambe di Jenin, e Nufouth Hamad di Gerusalemme. “L’elenco include anche i nomi di 30 bambini, i cui nomi saranno resi pubblici in seguito“, ha detto il gruppo in un comunicato.

La nuova tregua

Liberazione di ostaggi e prigionieri a cui seguirà altre 48 ore di cessate il fuoco, come annunciato dal Qatar e confermato sia da Hamas che dall’amministrazione Biden negli Stati Uniti.

Lo Stato del Qatar annuncia, nell’ambito della mediazione in corso, che è stato raggiunto un accordo per prolungare di altri due giorni la tregua umanitaria nella Striscia di Gaza“, ha annunciato il portavoce del ministero degli Esteri di Doha, Majed al-Ansari su X, l’ex Twitter. E Hamas ha spiegato in una nota citata da al-Jazeera, che sarà prolungato di altri due giorni il cessate il fuoco temporaneo nella Striscia di Gaza “alle stesse condizioni della tregua precedente“. La formazione palestinese ha sottolineato che è stato raggiunto l’accordo con i “fratelli del Qatar e dell’Egitto”.

Durante l’estensione di due giorni della tregua verranno rilasciati altri 20 donne e minorenni, ha dichiarato John Kirby, portavoce del Consiglio nazionale di sicurezza della Casa Bianca. Kirby ha spiegato che l’intoppo di oggi era dovuto al fatto che inizialmente Hamas voleva rilasciare numerosi minori senza le madri.

Hamas ha anche aperto alla possibilità di un nuovo tipo di accordo con Israele, che consentirebbe il rilascio di altri ostaggi, non solo donne e bambini. Si tratterebbe in questo caso di uomini e militari rapiti durante l’attacco del 7 ottobre scorso: in cambio però le condizioni da accettare per il governo Netanyahu sarebbero più pesanti.

di: Redazione - 27 Novembre 2023

Condividi l'articolo