Nel piacentino

Ventenne ucciso da colpo di pistola: indagato il fratello 18enne per omicidio

La tragedia a Ponte dell'Olio, nella Val Nure. L'indagato a piede libero ha risposto alle domande del pm

Cronaca - di Redazione Web - 3 Giugno 2023

CONDIVIDI

Foto di repertorio
Foto di repertorio

Per la morte di Enrico Aliaj, 20 anni, ucciso nella serata di venerdì 2 giugno a causa di un colpo di pistola, è stato iscritto nel registro degli indagati il fratello minore di 18 anni. Quello che al momento sembra configurarsi come un caso di omicidio si è consumato a Ponte dell’Olio, paese della Val Nure, in provincia di Piacenza. Sul caso stanno indagando i carabinieri.

Le circostanze della tragedia sono ancora tutte da chiarire. Il 20enne aveva origini albanesi. È morto nel corso del trasferimento in ospedale. Era rimasto ferito da un colpo di pistola esploso all’interno di un’abitazione. Non si esclude la pista di un incidente fatale. All’interno dell’abitazione c’era un altro uomo che è rimasto barricato nell’appartamento per alcune ore prima di aprire la porta e di arrendersi ai carabinieri. Nessuna comunicazione a proposito dell’arma.

Il 18enne fratello della vittima è accusato di omicidio volontario, è indagato a piede libero. È assistito dall’avvocato Fabio Callegari. È stato interrogato nel corso della notte dal sostituto procuratore Daniela Di Girolamo nella Caserma del Comando Provinciale dei Carabinieri di Piacenza.

“Il mio assistito ha risposto spontaneamente a tutte le domande del pubblico ministero – ha dichiarato l’avvocato Callegari citato dal Corriere di Bologna – e ha spiegato che suo fratello stava maneggiando una pistola dal quale sarebbe accidentalmente partito il colpo che lo avrebbe ferito. Ha quindi immediatamente dato l’allarme per far intervenire i soccorsi e si sarebbe immediatamente messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.

3 Giugno 2023

Condividi l'articolo