Nel quartiere Barra

Napoli: prima l’esplosione, poi l’incendio. Un uomo di 47 anni ha perso la vita

La vittima si chiamava Vincenzo Rosselli. Il boato è stato udito a grande distanza così come fumo e fiamme sono state avvistate fino ai confini vesuviani

Cronaca - di Andrea Aversa - 10 Maggio 2024

CONDIVIDI

Napoli: prima l’esplosione, poi l’incendio. Un uomo di 47 anni ha perso la vita

Una forte esplosione, poco fa, è avvenuta all’interno di un garage del quartiere Barra, alla periferia Est di Napoli. Secondo le primissime informazioni dei carabinieri, un uomo avrebbe perso la vita. Il boato è stato avvertito in via Cupa vicinale bolino 23. La violenta deflagrazione ha anche causato un incendio. La vittima, proprietaria del locale, è stata identificata: si chiama Vincenzo Rosselli ed aveva 47 anni.

Esplosione nel quartiere Barra a Napoli

Indagano i militari della compagni di Poggioreale, coordinati dalla Procura di Napoli. Accertamenti in corso volti a chiarire la dinamica dei fatti. Intanto sui social sono stati tantissimi i commenti degli utenti. All’interno dei gruppi locali Facebook, i cittadini si sono chiesti il motivo di tale esplosione. Il boato è stato infatti avvertito a grandi distanze, fino ai confini dell’area vesuviana, nelle località di PorticiSan Giorgio a Cremano.

Esplosione nel quartiere Barra a Napoli: chi è la vittima

Anche il fumo causato dal rogo si è propagato nell’aria insieme alle fiamme, risultando visibili a chilometri di distanza. Secondo alcune persone, l’esplosione sarebbe stata causata da una bombola di gas. Ma un’altra ipotesi è relativa all’esplosione di un serbatoio Gpl di un’automobile.

 

10 Maggio 2024

Condividi l'articolo