La causa in UK

Astrazeneca ammette gli effetti collaterali del vaccino anti-Covid, la causa a Londra: “Può causare trombosi”

Salute - di Redazione - 30 Aprile 2024

CONDIVIDI

Astrazeneca ammette gli effetti collaterali del vaccino anti-Covid, la causa a Londra: “Può causare trombosi”

Per la prima volta in un tribunale britannico, a Londra, il gigante farmaceutico inglese Astrazeneca, che tutti abbiamo imparato a conoscere per il suo vaccino contro il Covid-19 che ha salvato milioni di persone in tutto il mondo, in particolare nella prima fase di distribuzione durante la pandemia, ammette che il suo farmaco può provocare un rarissimo effetto collaterale potenzialmente fatale.

La causa a Londra contro Astrazeneca

L’ammissione della società di Cambridge è arrivata nel corso del processo intentato contro la compagnia farmaceutica da decine di famiglie britanniche: nel Regno Unito sono infatti almeno 81 i cittadini morti per coaguli del sangue che appaiono collegati al vaccino.

Per questo i loro familiari, riuniti in una class action contro l’azienda, che ha sviluppato il vaccino assieme all’università di Oxford, hanno chiesto ad Astrazeneca compensazioni per un totale di 100 milioni di sterline. Eventualità questa che chiamerebbe in causa il governo britannico, che si era impegnato a sottoscrivere le spese legali di Astrazeneca.

Attualmente, come ricorda LaPresse, sono 51 i casi citati dall’accusa presso l’Alta Corte britannica. Il primo caso era stato presentato l’anno scorso da Jamie Scott, padre di due figli, che, dopo aver ricevuto il vaccino nell’aprile 2021, ha subito una lesione cerebrale permanente dopo aver sviluppato un coagulo di sangue e un’emorragia al cervello che gli hanno impedito di lavorare.

In una lettera inviata agli avvocati della famiglia Scott nel maggio dello scorso anno l’azienda aveva inizialmente rifiutato ogni responsabilità: “Non riconosciamo che la Tts sia causata dal vaccino a livello generico“. Ma in un documento ufficiale inviato all’Alta Corte nel febbraio di quest’anno la casa farmaceutica ha modificato la propria posizione. “Ammettiamo che il vaccino di AstraZeneca può causare la Tts in casi molto rari. Il meccanismo causale è sconosciuto“, ha dichiarato l’azienda.

Quali sono gli effetti collaterali del vaccino Astrazeneca

L’azienda farmaceutica di Cambridge ha ammesso nell’ambito della causa che il suo vaccino può causare “in casi molto rari” un effetto collaterale noto come Thrombosis with Thrombocytopenia Syndrome, sindrome da trombosi con trombocitopenia (Tts).

Si tratta di una sindrome che provoca coaguli di sangue e un basso numero di piastrine nel sangue. Astrazeneca ha però spiegato che non è possibile determinare il meccanismo causale che porterebbe alla Tts.

L’ammissione, la prima che avviene in una corte di giustizia, era già stata resa nota nell’aprile del 2021 con l’autorizzazione della Medicine and Healtcare products Regulatory Agency, equivalente britannico della nostra Aifa. Aggiornando le informazioni sul vaccino Astrazeneca, l’agenzia aveva incluso la possibilità che, in casi molto rari, fosse in grado di innescare una trombosi con sindrome trombocitopenica.

di: Redazione - 30 Aprile 2024

Condividi l'articolo