La decisione dei giudici

Elezioni Usa, la Corte Suprema: Trump può essere eletto Presidente

Il voto all'unanimità. Superato anche il principio del 14esimo emendamento. Domani c'è il Super Tuesday, si voterà per le primarie repubblicane anche in Colorado. Quest'ultimo è lo Stato che aveva definito ineleggibile The Donald che ha commentato: "Grande vittoria per l'America!"

Esteri - di Redazione Web - 4 Marzo 2024

CONDIVIDI

Elezioni Usa, la Corte Suprema: Trump può essere eletto Presidente

La Corte suprema conferma l’eleggibilità di Donald Trump in Colorado, uno dei 15 Stati che vota domani nel Super Tuesday. I giudici hanno accolto il ricorso dell’ex presidente contro la decisione della corte suprema statale di bandirlo per il suo ruolo nell’assalto al Capitol in base al 14/mo emendamento, che vieta le cariche pubbliche ai funzionari coinvolti in insurrezioni contro la costituzione. La sentenza farà da precedente anche per tutti gli altri ricorsi pendenti negli altri Stati. La Corte suprema, dove c’è una maggioranza di sei giudici conservatori contro tre progressisti, ha deciso all’unanimità sull’eleggibilità di Trump.

Donald Trump può essere eletto Presidente: la decisione della Corte Suprema

Lo si legge nel dispositivo. L’eleggibilità del tycoon era stata impugnata da un gruppo bipartisan di sei elettori, quattro repubblicani e due indipendenti, e la corte suprema del Colorado gli aveva dato ragione il 19 dicembre scorso. La decisione era stata sospesa in attesa dell’appello e il nome di Trump era già stato stampato sulla scheda. Anche il Maine e l’Illinois avevano escluso Trump dal voto in base al 14/mo emendamento ma adesso dovranno adeguarsi alla sentenza dei nove saggi. La Corte suprema dovrà sciogliere a breve un altro nodo, quello dell’immunità presidenziale invocata da The Donald nel processo federale per i tentativi di sovvertire il voto del 2020, culminati nell’assalto al Capitol.

Donald Trump alle elezioni Usa: cos’è il 14esimo emendamento

Una grande vittoria per l’America“: così Donald Trump dopo la decisione della Corte Suprema sulla sua eleggibilità in Colorado. Gli Stati non hanno l’autorità per rimuovere un candidato presidenziale in base al 14/mo emendamento, ossia la “clausola di insurrezione” della Costituzione. Questo potere c’è l’ha solo il Congresso. È la motivazione con cui la Corte suprema ha confermato l’eleggibilità di Donald Trump in Colorado, senza entrare però nel merito se si sia impegnato in una insurrezione contro il Capitol.

4 Marzo 2024

Condividi l'articolo