Il matrimonio

Chi è Marina Doria, moglie di Vittorio Emanuele di Savoia: campionessa di sci d’acqua e mancata Regina

La relazione avversata dalla dinastia, il matrimonio tra Las Vegas e Teheran. La coppia ha avuto un figlio, Emanuele Filiberto. Marina Doria entrata nella Hall of Fame della Federazione Mondiale di sci nautico

News - di Redazione Web - 3 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Foto Matteo Corner/LaPresse 01-12-2010 Milano,Italia Spettacolo Serata di beneficenza,con i Reali di Savoia,in favore dell’ ospedale San Raffaele Nella foto: Marina Doria e Vittorio Emanuele
Foto Matteo Corner/LaPresse 01-12-2010 Milano,Italia Spettacolo Serata di beneficenza,con i Reali di Savoia,in favore dell’ ospedale San Raffaele Nella foto: Marina Doria e Vittorio Emanuele

A dare la notizia della morte di Vittorio Emanuele di Savoia, a 86 anni a Ginevra, la stessa famiglia in una nota. “”Alle ore 7.05 di questa mattina, 3 febbraio 2024, Sua Altezza Reale Vittorio Emanuele, Duca di Savoia e Principe di Napoli, circondato dalla Sua famiglia, si è serenamente spento in Ginevra. Luogo e data delle esequie saranno comunicati appena possibile”. Fino all’ultimo, al fianco dell’ultimo erede al trono della dinastia, la moglie Marina Doria, 88 anni, mancata Regina.

Marina Ricolfi Doria è nata a Ginevra nel 1935 ma ha origini italiane. Figlia di René Italo Ricolfi Doria, industriale elvetico di origine italiana, e di Iris Amalia Benvenuti. È cresciuta in una ambiente agiato nel quale ha sviluppato una grande passione per lo sport. È stata campionessa mondiale di sci d’acqua nel 1953, 1955 e nel 1957, plurimedagliata. E poi 23 titoli svizzeri, 12 titoli europei e 4 titoli mondiali. Una carriera interrotta nel 1960, quando aveva 25 anni. I suoi successi l’hanno fatta entrare nella Hall af Fame della Federazione Mondiale di Sci Nautico.

La relazione contrastata dalla dinastia

La storia con Vittorio Emanuele cominciò nel 1954, la coppia convolò a nozze l’11 gennaio 1970 a Las Vegas e con rito religioso il 7 ottobre del 1971 a Teheran, in Iran. Dall’unione nacque il figlio Emanuele Filiberto, imprenditore, conduttore, ristoratore, perfino terzo classificato al Festival di Sanremo del 2012 con la canzone Italia amore mio.

I due si incontrarono la prima volta nel 1954. La relazione venne avversata, contrastata. I media hanno spesso scritto di un’avversione all’unione da parte del Re Umberto I. Contrario alla relazione con una “donna comune”. Pare che Vittorio Emanuele fosse disposto a rinunciare al diritto alla successione pur di sposare la fidanzata che aveva scelto da se. A smentire il sovrano una relazione duratura, lunghissima, stabile fino agli ultimi giorni, ognuno passato da Doria vicino al consorte. Una delle coppie reali più longeve del Vecchio Continente.

Vittorio Emanuele proclamò la moglie duchessa di Sant’Anna di Valdieri. “Marina Doria si è sempre vestita come l’avremmo voluta veder vestita. Come il suo personaggio richiedeva e – ci piace immaginare – richiede. Con un evidente distacco da quel che la circonda. Con una certa superbia”, ha scritto Vanity Fair in un articolo pubblicato dopo la pubblicazione sulla piattaforma streming Netflix Il Principe.

3 Febbraio 2024

Condividi l'articolo