La sentenza

Il caso della piccola Lavinia Montebove: condannate la maestra e la conducente dell’auto

La decisione dei giudici del Tribunale di Velletri: due anni e sei mesi alla maestra Francesca Rocca e un anno alla conducente dell'automobile Chiara Colonnelli. La piccola, di 16 mesi, è stata investita fuori l'asilo nido e da allora vive in stato vegetativo. Le parole del papà

Cronaca - di Redazione Web - 22 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Lavinia Montebove

Due anni e 6 mesi alla maestra Francesca Rocca per lesioni colpose gravissime stradali e abbandono di minore, un anno all’investitrice Chiara Colonnelli per lesioni colpose gravissime stradali con patente sospesa per un anno. Sono le condanne deliberate oggi nella sentenza del tribunale di Velletri (Roma) per il caso della piccola Lavinia Montebove, investita da una macchina nel 2018 all’età di 16 mesi nel parcheggio dell’asilo nido ‘La Fattoria di Mamma Cocca‘ nella cittadina laziale.

La bimba da allora vive in stato vegetativo. Per la maestra il giudice è andato oltre la richiesta del pm che era di 2 anni. “È una sentenza che fa giustizia, visto che ha comminato pene superiori rispetto alla richieste del pubblico ministero. È la conferma che questa vicenda non è da ascriversi ad una tragica fatalità, come la condotta delle imputate ha sempre fatto ritenere in queste 22 udienze, ma è da ascrivere a responsabilità precise che sono state bene evidenziate dal giudice“.

Così Massimo Montebove, padre della piccola Lavinia.

22 Gennaio 2024

Condividi l'articolo