Il video

Sangiuliano torna ‘giornalista’ e chiede ai cronisti che lo incalzano: “Lei si sente anticomunista?”

I colleghi hanno chiesto al ministro della Cultura se si sentisse anti fascista: prima la 'lezione', poi lo 'strappo' del microfono e la domanda ai reporter

Politica - di Andrea Aversa - 17 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Sangiuliano diventa ‘giornalista’ e chiede ai cronisti che lo incalzano: “Lei si sente anticomunista?”

Ministro si sente antifascista, a differenza del presidente del Senato Ignazio La Russa?“, alla domanda posta da un giornalista che lo attendeva, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha perso la pazienza ed ha risposto: “Se lei avesse un pò di memoria storica, che non ha, c’è una puntata di Piazza Italia (PiazzaPulita, ndr), dove il conduttore Formigli mi ha chiesto: ‘ma lei cosa avrebbe fatto in quegli anni la?’ ed io gli ho detto che avrei partecipato alla resistenza con i partigiani delle Brigate di Edgardo Sogno. I partigiani italiani e non comunisti, oppure le brigate Mazzini, quindi i repubblicani, ai quali ho sempre dedicato molta attenzione“.

“Si sente antifascista?” e Sangiuliano: “Lei si sente anticomunista?”

Ha poi continuato Sangiuliano nella sua ‘lezione’: “Se lei avesse studiato un pò, poi mi raccomando lo mandi in onda per intero senza tagli, dovrebbe sapere che il Parlamento europeo nel 2019 ha votato una mozione, votata anche dal Pd – una parte del Pd, non da tutto il Pd – nella quale si dice che il comunismo è pari al nazismo“. Quindi a quel punto il ministro ha afferrato il microfono del cronista e gli ha chiesto: “Dunque, io mi sento antifascista ma lei si sente anticomunista?“.

Il ministro Sangiuliano diventa ‘giornalista’: il video su X

17 Gennaio 2024

Condividi l'articolo