Il decreto 'Nordio'

Senato, via il reato d’abuso d’ufficio: Italia Viva vota con la maggioranza

Il voto in Commissione Giustizia. Approvato un emendamento della Lega a nome della presidente Giulia Buongiorno. Domani saranno valutati gli emendamenti al testo relativo alle intercettazioni

Giustizia - di Redazione Web - 9 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Senato, via il reato d’abuso d’ufficio: Italia Viva vota con la maggioranza

La Commissione Giustizia del Senato, presieduta da Giulia Bongiorno, ha concluso l’esame degli emendamenti presentati all’articolo 1 del ddl Nordio, quello che prevede l’abrogazione del reato di abuso d’ufficio. È passata una proposta di modifica della Lega che “tipizza meglio“, come spiega Bongiorno, il reato di traffico di influenze. Quella, a prima firma della senatrice leghista Erika Stefani, che puntava ad introdurre nel testo la riforma della legge Severino, è stata trasformata, invece, in un ordine del giorno ed approvata. La Commissione tornerà a riunirsi domani mattina alle 9.15 per continuare a votare gli emendamenti relativi all’articolo 2 del ddl, quello in cui si affronta il nodo della trascrizione delle intercettazioni a tutela del terzo estraneo al procedimento.

Abuso d’ufficio: cosa cambia con il decreto Nordio

A inizio seduta erano stati dichiarati improponibili 26 emendamenti, tra cui diverse proposte a firma Forza Italia e Lega e quelle presentate dal Movimento 5 stelle che puntavano a introdurre una normativa sul conflitto di interessi. L’ordine del giorno del capogruppo Stefani prevede, nello specifico, che l’Esecutivo si impegni ad adottare “tutte le iniziative di propria competenza finalizzate a sopprimere l’istituto della sospensione dalle cariche“ in conseguenza di “condanna non definitiva”, nonché a disporre una revisione generale del “decreto legislativo 31 dicembre 2012, n. 235, in tema di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi”.

Cancellato il reato di abuso d’ufficio

L’ordine del giorno inoltre impegna il Governo a “costituire un tavolo di lavoro per un riordino dei reati contro la pubblica amministrazione” e un “osservatorio volto ad operare un monitoraggio che valuti l’impatto nel sistema” degli stessi reati e “dell’abrogazione del reato di abuso d’ufficio”. Per quanto riguarda la votazione, secondo quanto riportato da La Repubblica, hanno votato compatti a favore l’intera maggioranza più Italia Viva. Contrari il Partito Democratico, il M5SAvs.

9 Gennaio 2024

Condividi l'articolo