Il caso

Francesco De Paolis come è morto e quando ci saranno i funerali: ipotesi choc anafilattico

Il racconto della compagna della vittima Chiara Romei che ha sporto denuncia. Il 44enne, romano e commesso di un supermercato, ha perso la vita durante la notte di Capodanno. Per un forte di mal di gola è stato ricoverato al pronto soccorso dell'ospedale San Camillo dove poi è improvvisamente deceduto. La coppia ha messo al mondo una figlia, lui ne aveva già una che ha 12 anni. Il prossimo martedì ci saranno i funerali

Cronaca - di Andrea Aversa - 5 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Come è morto Francesco De Paolis: ipotesi choc anafilattico

Mentre continuano gli accertamenti degli inquirenti, i funerali di Francesco De Paolis si terranno martedì 9 gennaio alle 10.30 presso la chiesa di Santa Silvia di viale Sirtori al PortuenseRoma. L’uomo, 44 anni romano e commesso in un supermercato, ha perso la vita lo scorso 31 dicembre presso il pronto soccorso dell’ospedale San Camillo. De Paolis è arrivato al nosocomio della capitale a causa di un forte mal di gola. Poi, improvvisamente, c’è stato il suo decesso. Il 44enne aveva una compagna, Chiara Romei. Insieme hanno messo al mondo una bimba ma lui aveva già un’altra figlia, di 12 anni.

Francesco De Paolis: chi è il 44enne morto in ospedale

Romei ha raccontato in questi giorni che De Paolis l’aveva contattata mentre era in ospedale, poco tempo prima di morire. Lei ha sporto denuncia alle autorità. Insieme alla sua famiglia vuole vederci chiaro e capire cosa sia successo al compagno. Dal San Camillo hanno fatto sapere che i sanitari hanno fatto tutto il possibile per salvare la vita del 44enne, rispettando le dovute procedure e dichiarandosi fiduciosi dell’operato della giustizia. Nello specifico la Romei vuole sapere cosa sia accaduto in quelle tre ore durante le quali De Paolis è stato in ospedale: dalle 19 alle 22 dell’ultimo dell’anno appena passato, prima che la chiamassero per dirle che la situazione era molto grave.

Chiara Romei: la compagna di De Paolis

Ha detto la Romei a Il Corriere della Sera: “Io e Francesco stavamo insieme da cinque anni e lui a me ha sempre detto di avere delle allergie, diceva che con l’Augmentin e con l’Oki si gonfiava e quindi non li prendeva mai. Ho dovuto dire tutto a nostra figlia di tre anni. La sera di Capodanno lei era con me. Mentre io ero dentro coi medici lei è rimasta con la mia amica che ci aveva accompagnate. Poi il giorno dopo gliel’ho dovuto dire, ha tre anni ma capisce. Le ho detto: ‘Papà non c’è più, sta con tata, non lo vediamo più’. Ne sta risentendo molto anche l’altra figlia di Francesco, che ha 12 anni, erano attaccatissimi“. Tata è la sorella di Chiara, deceduta lo scorso anno a causa di un brutto male.

Francesco De Paolis: la denuncia alle autorità

Ha spiegato la Romei: “Da tre giorni la bimba sente solo parlare della morte del padre, devo tutelarla. Quel giorno lui si era recato in farmacia per comperare uno spray per la gola. E poi non so se all’ospedale gli abbiano chiesto nel dettaglio delle sue allergie, però io so per certo che lo hanno chiesto a me: quando sono arrivata al pronto soccorso, e per lui non c’era già più niente da fare, la dottoressa mi ha domandato: ‘Signora suo marito era allergico a qualcosa, aveva assunto altri medicinali?’. Temo che non l’abbiano preso in tempo: mi sono fatta l’idea che all’ospedale abbiano sottovalutato la cosa, che sia stato abbandonato, che non sia stato fatto qualcosa in tempo. Chi ha visto o sentito qualcosa in ospedale, ci contatti, può essere utile a capire“.

5 Gennaio 2024

Condividi l'articolo