L'onorevole a La7

Lavinia Mennuni, l’appello della senatrice FDI: “Fare figli è una missione delle donne, diventi cool”

Aveva già fatto discutere per la proposta di legge per "salvaguardare" i presepi nelle scuole. L'onorevole e la necessità di mettere al mondo bambini italiani: "Mia mamma mi diceva sempre: non dimenticare che la tua prima aspirazione deve essere quella di essere mamma"

News - di Redazione Web - 28 Dicembre 2023

CONDIVIDI

FOTO DA LA7
FOTO DA LA7

Lavinia Mennuni si candida a diventare la prima ambasciatrice dell’ideologia del governo di centrodestra a guida Fratelli d’Italia: la parlamentare, dopo il disegno di legge da lei sottoscritto per “salvaguardare” l’allestimento di presepi e altre tradizioni cristiane nelle scuole, ha preso rilanciato la battaglia delle culle dell’esecutivo rilanciata dal palco di Atreju anche da Elon Musk – il magnate, miliardario visionario che ha avuto una figlia tramite maternità surrogata, che lo stesso governo Meloni vuole rendere reato universale. Mennuni lo ha fatto rimandando a quella che dovrebbe essere la “prima aspirazione” di una donna: diventare madre.

La senatrice lo ha dichiarato in un’intervista a Coffee Break, talk politico in onda su La7. “La mia mamma mi diceva sempre: ricordati che qualsiasi aspirazione tu abbia, e io volevo fare politica a 12 anni, tu devi ricordare che hai l’opportunità di fare quel che vuoi ma non devi mai dimenticare che la tua prima aspirazione deve essere quella di essere mamma a tua volta. Allora, secondo me, questa è una cosa che anche le donne della mia generazione di 46-47 anni dobbiamo ricordare alle nostre figlie”.

Secondo l’Istato in Italia sarebbero circa il 5% le donne che scelgono di non diventare madri. Sbagliano, evidentemente, per la parlamentare. E sbagliano a partire da una posizione biologica: è il loro corpo che lo prevede. Quindi non ci sarebbe da contestare nulla. E sembrerebbe anche una sorta di mandato. “Non dobbiamo dimenticare – ha insistito Mennuni – che esiste la necessità, la missione (la vogliamo chiamare così perché io penso sia una cosa bella?), di mettere al mondo dei bambini, che saranno i futuri cittadini e italiani” e che “qui c’è l’approccio culturale: ora userò un termine terribile, diventerà trash: dobbiamo aiutare le istituzioni, il Vaticano, le associazioni” affinché “la maternità torni a diventare di nuovo cool. Dobbiamo far sì che le ragazze di 18 anni di 20 anni, vogliano sposarsi e vogliano mettere su una famiglia”.

Chi è Lavinia Mennuni

Lavinia Mennuni è un’onorevole eletta con Fratelli d’Italia. È nata a Southampton in Inghilterra, ha studiato all’Istituto Sacro Cuore Trinità dei Monti di Roma e si laureata in giurisprudenza presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza”. È avvocato, sposata con Federico Guidi, consigliere comunale di Roma e presidente della Commissione Bilancio di Roma Capitale. La coppia ha avuto tre figli.

Da giovane ha fatto parte di Alleanza Nazionale, è stata consigliere del Municipio di Roma II dal 1997 ed è stata riconfermata nel 2001. È stata assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica del municipio. Consigliere comunale di Roma nelle liste del Popolo della Libertà nel 2006, è stata nominata delegata del sindaco Gianni Alemanno alle Pari Opportunità ed ai rapporti con il mondo cattolico e presidente della Commissione Patrimonio e Politiche Abitative dal 2010 al 2013. Nel 2013 è stata rieletta alle comunali, è diventata presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza.

È entrata in Fdi nel 2015. È entrata in consiglio comunale nel 2018 e alle elezioni del 2021 è stata rieletta. Alle politiche del 2022 si è candidata al Senato nel collegio uninominale Lazio – 02 (Roma: Municipio XIV) per il centrodestra in quota Fratelli d’Italia, venendo eletta con il 36,30% davanti a Emma Bonino del centrosinistra (33,21%), a Carlo Calenda di Azione – Italia Viva (14,07%) e ad Alessandra Maiorino del Movimento 5 Stelle (11,31%). È componente della Commissione Bilancio del Senato della Repubblica.

Le reazioni delle opposizioni

Le ultime dichiarazioni di Mennuni hanno scatenato subito le reazioni delle opposizioni. “Ecco la vera concezione che FdI ha delle donne nella società: non protagoniste del loro destino ma ridotte a una pura funzione biologica”, ha dichiarato la senatrice di Italia Viva Raffaella Paita. Per Cecilia D’Elia, senatrice del Partito Democratico: “Non c’è libertà e rispetto per le donne nell’idea che la maternità sia il loro destino. Solo trita ideologia, a cui non si accompagna nessuna politica che sostenga i progetti di vita delle ragazze e le possibili scelte di maternità”. Chiara Appendino, ex sindaca di Torino, Movimento 5 Stelle: “Perché Fratelli d’Italia ha questa nostalgia del Medioevo? Che ne dice la senatrice Mennuni di dare alle nostre figlie aspirazioni che vanno oltre il manuale degli stereotipi? Tramandiamo loro la libertà di sognare e i mezzi per realizzarsi come preferiscono – suggerisce – non il buio della ragione”.

28 Dicembre 2023

Condividi l'articolo