La festa Fdi finisce in farsa

Perché Elon Musk rischia di essere arrestato, la legge voluta da Meloni che mette a rischio il tycoon

Il bambino che Musk ha presentato al pubblico e alla presidente del Consiglio, che si è mostrata entusiasta, era semplicemente il corpo di un reato inauditamente grave, secondo la stessa Presidente del Consiglio.

Editoriali - di Piero Sansonetti - 17 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Elon Musk ad Atreju
Elon Musk ad Atreju

Finisce in farsa la festa di Atreju. Con Giorgia Meloni in prima fila ad applaudire Elon Musk che mostra un bambino ed esorta tutti a fare molti figli. Lui ne ha fatti 11. Però l’ultimo, quel bimbo bellissimo e dolcissimo che sta mostrando alla folla plaudente, è nato con la famosa Gpa, la gestazione per altri.

Quella che Giorgia Meloni ha sempre chiamato “utero in affitto”, con disprezzo, e che ha deciso di proibire con una legge, già approvata dalla Camera, che la dichiara “reato universale” (come il genocidio, la strage e pochissimi altri crimini spaventosi) quindi perseguibile anche se non commesso in Italia.

Il bambino che Musk ha presentato al pubblico e alla presidente del Consiglio, che si è mostrata entusiasta, era semplicemente il corpo di un reato inauditamente grave, secondo la stessa Presidente del Consiglio. E se nei prossimi mesi il Senato dovesse approvare la legge, e Musk dovesse fare il dodicesimo bambino, o bambina, e dovesse tornare in Italia, lo dovrebbero arrestare all’aeroporto e portare con le sirene spiegate a Rebibbia.

Ora è probabile che questo incidente clamoroso (in quasi tutti gli altri paesi occidentali per una gaffe così vistosa, e anche un po’ ridicola, un premier si dimetterebbe) non avrà grandi conseguenze politiche, visto il “melonismo” o quantomeno il “semimelonismo” che domina la stampa italiana. Vedrete che metteranno la sordina.

Però il problema si riproporrà quando la maggioranza, in Senato, si troverà di nuovo a dover votare l’istituzione del reato universale. E’ probabile che almeno i settori più laici si troveranno in un certo imbarazzo. Non è da escludere che si decida, magari alla chetichella, di fare slittare il voto sine die e di lasciar perdere. Resta l’immagine, assolutamente comica, di Giorgia Meloni che applaude il presunto criminale!

17 Dicembre 2023

Condividi l'articolo