Le dichiarazioni dei redditi

Quanto guadagnano i politici: i redditi di parlamentari e leader di partito, da Renzi a Conte

Le dichiarazioni di parlamentari e leader di partito. Ancora parziale la lista: mancano Angelucci, Bongiorno e Tajani

Politica - di Redazione Web - 27 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Collage da Lapresse
Collage da Lapresse

Ancora parziale la lista completa delle dichiarazioni dei redditi dei politici: al momento l’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi e leader di Italia Viva risulta essere il più ricco mentre Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle ed ex premier, il meno ricco. E per una ragione ben precisa. Rappresentano i due estremi in una graduatoria in cui si scorrono diversi milionari e più conti a cinque cifre. All’appello manca tuttavia Antonio Angelucci, parlamentare ed editore dei quotidiani di orientamento di centrodestra Libero, Il Giornale e Il Tempo, dell’avvocato Giulia Bongiorno, e del vice primo ministro e leader di Forza Italia Antonio Tajani.

Renzi è il senatore più ricco: 3 milioni e 217mila euro, 600mila in più rispetto al 2022. Superato l’architetto e senatore a vita Renzo Piano che ha dichiarato complessivamente 2 milioni e 901 mila euro (2,5 tassati in Francia e 389.521 in Italia). Segue l’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, deputato di Fratelli d’Italia e presidente della Commissione Affari esteri della Camera, 2 milioni e 594mila euro, oltre un milione di euro in più rispetto al 2022. Sopra il milione di euro anche il senatore di Forza Italia e presidente della Lazio Claudio Lotito: 1 milione e 112mila euro. Il ministro della Difesa Guido Crosetto ha dichiarato 900mila euro, la ministra del Turismo Daniela Santanchè 298.638 euro, il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara 289.020 euro.

La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha dichiarato 293.531 euro nell’ultima comunicazione, rispetto ai 160.706 euro dell’anno precedente. Il ministro della Salute Orazio Schillaci 227.345 euro, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano 174.630 euro, il leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni 104.212 euro, il segretario della Lega e vice primo ministro e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini 99.699 euro, la segretaria del Partito Democratico Elly Schlein 98.725 euro, il leader di Noi Moderati Maurizio Lupi 86.913 euro, il leader di Azione Carlo Calenda 85.292 euro.

Se l’“avvocato del popolo” Giuseppe Conte risulta il leader politico più “povero” – 24.359 euro lordi dichiarati alla Camera lo scorso 24 dicembre – è perché essendo stato eletto in Parlamento nell’ottobre 2022, la somma della dichiarazione è pari ai due mesi e mezzo di stipendio da parlamentare. Secondo quanto scrive il media Open tutti i mesi precedenti l’ex premier non ha percepito compensi anche se non si può escludere che gli siano stati versati rimborsi spesa in virtù della sua attività politica che comunque non vanno indicati nella dichiarazione. In più Conte nel 2022 avrebbe versato solo 1.776 euro di tasse.

27 Dicembre 2023

Condividi l'articolo