Dopo l'attività sismica

Islanda: erutta un vulcano a Reykjanes

Il primo ministro Katrin Jakobsdottir: "Speriamo per il meglio, ma è chiaro che si tratta di un'eruzione considerevole". Virali sul web le immagini dell'eruzione

Esteri - di Redazione Web - 19 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Islanda: erutta un vulcano a Reykjanes

Un vulcano vicino alla penisola di Reykjanes in Islanda ha iniziato a eruttare dopo settimane di attività sismica“. Lo riporta Sky News, precisando che “nei giorni scorsi erano state evacuate quasi 4.000 persone dalla cittadina di pescatori di Grindavik, nel sud-ovest del Paese“. L’eruzione vulcanica iniziata questa notte in Islanda si sta verificando a sud della capitale Reykjavik, in un’area dove l’attività sismica è stata molto intensa a novembre. Lo ha riferito l’Istituto meteorologico islandese (Imo). “Un’eruzione effusiva è iniziata a pochi chilometri a nord-est di Grindavík“, poco dopo le 22:30 ora locale (Le 23.30 in Italia), ha annunciato l’Imo in un comunicato, specificando che il codice del colore dell’aviazione è stato elevato a rosso.

Islanda: erutta un vulcano a Reykjanes

Le immagini spettacolari pubblicate a ciclo continuo dalle tv islandesi mostrano l’eruzione del vulcano sulla penisola di Reykjanes con getti di lava arancione incandescente sparati da squarci nel terreno, circondati da nuvole di fumo rosso. L’emissione di anidride solforosa dalla fessura vulcanica sulla penisola islandese di Reykjanes che si é aperta con l’eruzione cominciata ieri sera, è circa dieci volte superiore a quella delle eruzioni registrate negli ultimi due anni, dicono i vulcanologi islandesi citati dai quotidiani nazionali. Nonostante i timori che l’emissione di fumo e detriti in quota potesse creare problemi all’attività aerea civile, come era successo negli anni scorsi in seguito all’eruzione di un altro vulcano, l’aeroporto internazionale di Rejkyavik è rimasto aperto.

Islanda: virali le immagini dell’eruzione del vulcano

Speriamo per il meglio, ma è chiaro che si tratta di un’eruzione considerevole“, ha scritto su Facebook il primo ministro Katrin Jakobsdottir, citata dall’Afp. Il capo della polizia ha dichiarato che nella zona dell’eruzione, già evacuata da giorni, nessuno è in pericolo. “Ora aspettiamo di vedere cosa hanno in serbo le forze della natura“, ha scritto su X il presidente Gudni Thorlacius Johannesson. Vidir Reynisson, capo del dipartimento della Protezione civile, ha esortato la popolazione a stare lontana dalla zona, dichiarando a una televisione locale: “Questa non è un’eruzione turistica“.

19 Dicembre 2023

Condividi l'articolo