Si scava tra le macerie

Cina: terremoto di magnitudo 6.2, centinaia di morti e più di 500 feriti nel Gansu

Il sisma nella notte. Case distrutte, linee elettriche e idriche danneggiate. Almeno 32 scosse di assestamento. Si scava tra le macerie

Esteri - di Redazione Web - 19 Dicembre 2023

CONDIVIDI

FOTO DA INSTAGRAM (XINHUA NEWS)
FOTO DA INSTAGRAM (XINHUA NEWS)

Almeno 126 persone sono morte e almeno 536 sono rimaste ferite nel terremoto che ha colpito la contea di Jishishan, nella provincia nord-occidentale della Cina, nel Gansu. Alla prima scossa che si è verificata intorno alla mezzanotte, ora locale, sono seguite altre scosse di assestamento. Bilancio drammatico e ancora in aggiornamento: case ed edifici distrutti e danneggiati, colpite anche le linee idriche ed elettriche. Si scava tra le macerie.

La scossa violenta si è verificata a circa cinque chilometri dal confine provinciale con il Qinghai, nel nord-ovest della Cina. L’epicentro a una profondità di dodici chilometri circa, nei pressi della città di Linxia. Poche ore dopo un altro sisma, di magnitudo 5.5, si è verificato nel sud dello Xinjiang. Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose. A conferma di quanto siano frequenti i terremoti in Cina. Il presidente cinese Xi Jinping ha sollecitato sforzi “a tutto campo”.

L’emittente statale CCTV ha dato conto di danneggiamenti e disagi alle linee idriche ed elettriche oltre che alle infrastrutture di trasporto e di comunicazione. I soccorsi sono stati avviati nella notte: inviati letti pieghevoli, tende e trapunte nella zona del disastro. I soccorritori sono al lavoro per mettere in salvo le persone ancora sotto le macerie. 113 vittime e 536 feriti nel Gansu, mentre nella vicina provincia di Qinghai il bilancio è di 13 morti e 182 feriti. I dispersi sono 20. I soccorsi sono complicati dalle bassissime temperature che in questo momento imperversano sulla regione.

 

I danni nel Gansu

Il Gansu è una delle province più povere del Paese. Sono crollate 115mila case. Il terremoto ha provocato frane e danneggiato autostrade e strade rurali. Case sepolte da limo e fango nel Qinghai, richiesto l’uso di escavatori, droni e bulldozer per soccorrere i superstiti. Nelle aree del disastro opera un contingente dell’Esercito popolare di liberazione (Epl) formato da 300 militari, oltre che 300 tra ufficiali e funzionari di polizia.

I terremoti in Cina

Almeno 32 le scosse di assestamento seguite alla scossa principale. I terremoti sono piuttosto frequenti in Cina. Appena lo scorso agosto un terremoto superficiale di magnitudo 5,4 ha colpito la Cina orientale, ferendo 23 persone e facendo crollare decine di edifici. Altro sisma, di magnitudo 6,6, aveva colpito la provincia di Sichuan causando quasi 100 morti. Il terremoto più letale, di magnitudo 7,9, ha colpito nel 2008 la provincia del Sichuan provocando quasi 90.000 morti e devastando città e scuole. Nell’agosto 2014 un altro sisma aveva ucciso 617 persone nella provincia dello Yunnan, nel sud-ovest della Cina.

19 Dicembre 2023

Condividi l'articolo