Le polemiche

Michele Guardi: cosa ha detto nell’audio pubblicato da Le Iene

Gli insulti rivolti ai colleghi, i commenti omofobi rivolte ad alcune collaboratrici. Anche se datati, le parole dell'autore hanno scatenato una bufera sulla quale viale Mazzini vuole vederci chiaro

Spettacoli - di Redazione Web - 30 Novembre 2023

CONDIVIDI

Michele Guardi: cosa ha detto nell’audio pubblicato da Le Iene

Signorina sorrida, finga di esistere“, “Guarda quella deficiente là“, “Ma levalo, sto fr… di m…” e “Cane malato“, riferito a Giancarlo Magalli. Sono le parole registrate a Michele Guardi, autore e regista televisivo de I Fatti Vostri. A rendere noti questi audio, rubati da alcuni fuori onda, sono state Le Iene, in occasione di una puntata dello scorso 28 novembre. La trasmissione di Italia 1, targata Mediaset, ha scatenato un putiferio che ha chiamato in causa la Rai. Il titolo che ha dato il nome al servizio è stato: “Patriarcato, misoginia e omofobia in tv?“.

Michele Guardi: cosa ha detto nell’audio pubblicato da Le Iene

Da viale Mazzini, già nella giornata di ieri, è stato dato mandato per l’apertura di un audit interno e di tutte procedure aziendali previste sui fatti che hanno riguardato Guardi. L’azienda ha precisato che, “la decisione è giunta dopo la messa in onda, martedì 28 novembre, su Italia 1, di un servizio contenente alcuni fuori onda del regista e sue dichiarazioni“. L’autore, a sua discolpa, ha spiegato che si è trattato di frasi, innanzitutto vecchie ed estrapolate dal loro contesto. Ha affermato Francesca Bria, Consigliera della tv di Stato: “Vengano avviati gli accertamenti di competenza e, all’esito, adottate tutte le sanzioni previste a tutela anche dell’immagine aziendale“.

Michele Guardi: chi è il regista televisivo finito nel mirino della Rai

Nato in provincia di Agrigento nel giugno del 1943, Michele Guardi, Michelangelo all’anagrafe, si è laureato in giurisprudenza prima di trasferirsi a Roma. Nel 1963 è iniziata la sua carriera televisiva presso la sede siciliana della Rai. Il boom come autore e regista c’è stato nel 1980 con il programma ‘Giochiamo al varietè‘. Ma sono tante altre le trasmissioni famose e di successo ‘made in Guardi’: UnomattinaDomenica InI Fatti VostriMezzogiorno in famigliaScommettiamo che…, Telethon, Il Lotto alle Otto.

30 Novembre 2023

Condividi l'articolo