La difesa: nessuna costrizione

Ragazza denuncia il figlio di Ignazio La Russa: “Mi ha drogata e violentata dopo una serata in discoteca”

Cronaca - di Redazione - 7 Luglio 2023 alle 10:22

Condividi l'articolo

Ragazza denuncia il figlio di Ignazio La Russa: “Mi ha drogata e violentata dopo una serata in discoteca”

Una storia come tante, purtroppo, che compaiono nelle pagine di cronaca: una ragazza in discoteca approcciata da un altro giovane, la perdita di sé stessi e poi il risveglio nel letto di uno sconosciuto, dopo aver subito abusi.

Questa volta però l’accusato ha un cognome importante: La Russa. Ad essere tirato in ballo da una 22enne di Milano, che ha sporto denuncia alla Procura meneghina, è il figlio terzogenito del presidente del Senato Ignazio, Leonardo Apache La Russa.

Il racconto della 22enne, come detto, è simile a tante storie di questo tipo: la giovane, è il 18 maggio scorso, esce con una amica per raggiungere una nota discoteca del capoluogo lombardo, vicino al Duomo.

La ragazza, di una famiglia benestante milanese, scrive il Corriere della Sera, spiega che “mentre ballavamo mi ero accorta della presenza di un mio compagno di scuola di liceo (…) Leonardo La Russa, figlio di Ignazio La Russa. Ci salutammo e da quel momento non ricordo più niente”, tranne di aver bevuto due drink.

Il suo racconto riprendere solo al mattino seguente, intorno a mezzogiorno, quando la ragazza si risveglia a casa La Russain assoluto stato confusionale”, “nuda nel letto con a fianco Leonardo La Russa”, a sua volta svestito. La 22enne non ricorda nulla e chiede all’ex compagno di liceo cosa fosse successo, come sia arrivata a casa sua: “Mi disse “siamo venuti qui dopo la discoteca con la mia macchina”” e mi disse che “aveva avuto un rapporto con me sotto effetto di sostanze stupefacenti” e che un suo amico, che stava dormendo (lei non lo ha mai visto) in un’altra stanza, aveva “avuto un rapporto con me a mia insaputa”, dopo che entrambi l’avevano spogliata.

La questione del drink stordente viene confermata dalla sua amica, quella con cui era andata in discoteca: “Penso ti abbia drogata. Non mi ascoltavi, poi sei corsa via perché non ti ho più trovata”, le avrebbe riferito tramite messaggi. Nel racconto l’amica aggiunge che “stavi benissimo fino a prima che ti portò il drink” e che poi l’aveva notata “euforica” mentre baciava La Russa.

Nella vicenda comparirebbe anche il presidente del Senato ed esponente di Fratelli d’Italia. La 22enne nella sua denuncia spiega che “intorno alle 12.30 Ignazio la Russa si affacciò alla camera vedendomi nel letto. Se ne andò via”. Solo dopo averla costretta ad un bacio, “se no non ti faccio uscire”, la ragazza riesce finalmente ad uscire dalla casa.

La giovane telefona alla madre in lacrime, il genitore la convince a recarsi immediatamente alla Mangiagalli, la clinica con servizio anti violenze, dove le vengono riscontrate un’ecchimosi al collo e una ferita ad una coscia, oltre alla positività alla cocaina. Dopo 40 giorni circa, necessari per ricostruire tutti i fatti, l’avvocato Stefano Benvenuto sporge denuncia per la sua assistita in Procura, che apre un’inchiesta affidata al pm Rosaria Stagnaro e coordinata dall’aggiunto Letizia Mannella.

Il figlio del presidente del Senato, tramite l’avvocato di famiglia Adriano Bazzoni, nega categoricamente ogni ipotesi di abuso. “Ad avviso di Leonardo non vi fu alcuna forma di costrizione: è stata d’accordo nel trascorrere il dopo discoteca con il mio assistito, liberamente andando con lui a casa sua, passando la notte e rimanendo con lui fino a mezzogiorno successivo, per poi salutarsi normalmente”, spiega al Corriere della Sera il legale.

L’avvocato Bazzoni ha inoltre aggiunto di non essere “in grado di dire nulla” riguardo alla presenza in casa La Russa di un amico di Leonardo che, secondo quanto denunciato, avrebbe avuto anche lui un rapporto con la giovane.

di: Redazione - 7 Luglio 2023

Condividi l'articolo