L'evento

Da Bamako a Napoli: il Vernissage racconta Dambé

Roberta d’Amore racconterà due progetti realizzati nel paese africano: 'Dambé', una giovane sartoria etica e 'Projet Bamako', iniziativa nata per garantire un’istruzione ai bambini vulnerabili di Bamako

Cultura - di Redazione Web - 4 Giugno 2024

CONDIVIDI

Da Bamako a Napoli: il Vernissage racconta Dambé

Mercoledì 5 giugno dalle 18.30 a Napoli Vernissage, locale nel centro storico partenopeo, ospiterà un incontro con Roberta D’Amore – fotografa e appassionata di moda – che racconterà la sua esperienza a Bamako, in Mali. Qui ha dato vita ha due progetti benefici che sono nati dall’idea che ognuno di noi, anche con piccoli gesti, può generare un forte impatto sulle vite delle persone in difficoltà.

Chi è Roberta d’Amore

E Roberta d’Amore, con la sua passione e il suo impegno, ha deciso di mettere la sua esperienza a servizio delle donne e dei bambini di Bamako. Napoletana di nascita, classe 1984, ha studiato Comunicazione nella sua città d’origine e la passione per la fotografia l’ha poi spinta a viaggiare lontano: ha vissuto in diverse parti del mondo, dagli States al nord Europa, fino all’esperienza in Africa. A Bamako, in Mali, dove oggi vive, ha fondato il laboratorio sartoriale, Dambé, con le ragazze del posto.

Da Bamako a Napoli

Dambé è una sartoria nata con l’intenzione di promuovere l’indipendenza e l’emancipazione economica delle donne tramite il lavoro. Un piccolo laboratorio che sta diventando uno spazio di aggregazione e crescita personale per quattro donne e ragazze maliane. Contestualmente Roberta D’Amore ha dato il via a Projet Bamako, un’iniziativa nata per sostenere le rette scolastiche per i bambini più vulnerabili della comunità. Grazie a questo progetto nel 2022/23 è stato possibile iscrivere a scuola 15 bambini, nel 2023/24 il numero è aumentato, arrivando a un totale di 20 bambini cui si aggiunge una ragazza che ha avuto accesso alla scuola di Infermieristica.

Dal Mali in Italia

Sono molto entusiasta – racconta Robertadi poter presentare a Napoli due progetti così importanti, aiutare queste ragazze a emanciparsi attraverso il lavoro è qualcosa di meraviglioso, così come poter dare una mano ai bambini a poter frequentare la scuola. L’obiettivo è far crescere sempre di più questo numero, ognuno di noi può fare la sua piccola parte”. Il Vernissage è lieto di ospitare Roberta e il suo racconto, contribuendo così a dar voce ad un messaggio forte e soprattutto positivo, perfettamente in linea con il concept del locale.

Cos’è il locale Vernissage

Nato poco più di un anno fa dall’idea di 4 imprenditori napoletani i fratelli Barone e Mario Tuccillo, il Vernissage, sustainable cocktail bar and food area, nasce dal concept di offrire ai suoi ospiti un’esperienza all’insegna della sostenibilità, qui tutto è strutturato in un’ottica eco friendly, a partire dalla proposta dei drink per passare all’offerta food fino ad arrivare all’architettura stessa del locale.

Il Vernissage ospita Dembè e Project Bamak

Questo locale, inoltre, dà molta importanza all’arte e proprio per questo ha predisposto uno spazio dove gli artisti legati al territorio campano possono esporre le loro opere gratuitamente. Nel corso dell’evento, infatti, Roberta d’Amore – che è anche fotografa – accompagnerà il suo racconto del Mali con una mostra fotografica, frutto di un lavoro più ampio legato alle esperienze vissute, alle culture incontrate e alle realtà conosciute in giro per il mondo.

4 Giugno 2024

Condividi l'articolo