La tragedia

Chi erano i finanzieri morti in Valtellina: Luca Piani, Alessandro Pozzi e Simone Giacomelli, caduti in un’esercitazione

Caduti nel vuoto per circa 30 metri, in cordata sul Precipizio degli Asteroidi, tutti giovanissimi. Il messaggio alla Gdf e alle famiglie del Presidente della Repubblica Mattarella

Cronaca - di Redazione Web - 30 Maggio 2024

CONDIVIDI

FOTO DA GDF
FOTO DA GDF

Un volo nel vuoto di circa 30 metri. Non hanno avuto scampo i tre finanzieri morti in Valtellina, durante un’esercitazione in montagna del Sagf-Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. La tragedia si è consumata nel territorio comunale di Val Masino, in provincia di Sondrio. Aperta un’inchiesta dalla Procura di Sondrio, diretta da Piero Basilone, per chiarire contorni e cause della tragedia.

Chi erano i finanziari morti in Valtellina

Si chiamavano Luca Piani, 32 anni, di Villa di Tirano, Alessandro Pozzi, 25 anni, residente a Valfurva, e Simone Giacomelli, di 22 anni, che abitava a Valdisotto, vicino alla nota località turistica di Bormio. Erano tutti valtellinesi. Giacomelli e Pozzi, arruolati nella Guardia di Finanza soltanto nel 2022, prestavano servizio nella Stazione Sagf di Madesino, guidata da Alessia Guanella. Piani invece faceva parte della squadra del luogotenente Christian Maioglio nella caserma del capoluogo valtellinese.

Piani era il più esperto, aveva un figlio di tre anni. “È un pezzo della nostra famiglia che ci lascia – le parole del sindaco di Val Masino Pietro Tareggi, che conosceva tutte e tre le vittime – Una tragedia che ha colpito al cuore tutta la comunità. Sono sempre loro che vengono ad esercitarsi sul nostro territorio, per essere pronti a salvare le vite di tanti escursionisti. E stavolta le vittime, purtroppo, sono loro. Tutti giovanissimi”.

Cos’è successo in Valtellina

Le vittime sono precipitate da una parete rocciosa, mentre erano in cordata sul cosiddetto Precipizio degli Asteroidi. Altri due colleghi, impegnati in un’altra cordata, hanno assistito impotenti alla scena. Frequenti in zona gli interventi di soccorso del gruppo per aiutare e salvare escursionisti e turisti in difficoltà o in pericolo. Secondo quanto scrive l’ANSA, possibile il cedimento improvviso di uno sperone roccioso su cui uno dei tre poggiava i piedi.

Il cordoglio di Mattarella

“Ho appreso con profonda tristezza la notizia dei tre finanzieri che oggi hanno perso la vita nel corso di una esercitazione in Val di Mello nella provincia di Sondrio. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a Lei, Signor Comandante Generale, e alla Guardia di Finanza, la mia solidale vicinanza. La prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio”, il messaggio di cordoglio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella inviato al Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di C.A. Andrea De Gennaro.

30 Maggio 2024

Condividi l'articolo