Il lutto

David Sanborn: qual è la causa della morte del grande musicista

Aveva 78 anni e si è spento a Tarrytown, New York. Negli ultimi tempi le sue condizioni di salute erano peggiorate. Considerato tra i principali esponenti dello 'smooth jazz', odiava chiudere la musica dentro "categorie limitanti". È riuscito a portare il genere verso sponde 'pop' e di sicuro più rock. Tantissime le sue collaborazione artistiche

Spettacoli - di Andrea Aversa - 14 Maggio 2024

CONDIVIDI

David Sanborn: qual è la causa della morte del grande musicista

La triste notizia è stata data sulla sua pagina Facebook: “È con il cuore triste e pesante che vi comunichiamo la perdita del sassofonista di fama internazionale, sei volte vincitore del Grammy Award, David Sanborn. Il signor Sanborn è deceduto domenica pomeriggio, 12 maggio, dopo una lunga battaglia contro il cancro alla prostata con complicazioni. Il signor Sanborn soffriva di cancro alla prostata dal 2018, ma fino a poco tempo fa era riuscito a mantenere il suo normale programma di concerti. In effetti aveva già degli show in programma fino al 2025. David Sanborn è stato una figura fondamentale nella musica pop e jazz contemporanea. È stato detto che ‘ha riportato il sassofono nel Rock ‘n Roll’“.

Chi era David Sanborn

Dunque, la musica ha perso uno dei suoi più grandi interpreti. È morto David Sanborn, sassofonista jazzblues che ha reso ‘pop’ e rock il suono proveniente da quel magico strumento. La malattia contro la quale ha combattuto fino alla fine, con grazia e determinazione, ne ha stroncato l’esistenza. Una condizione difficile che non gli ha impedito, fino a quando ha potuto, di saliere sul palco e suonare il saxSanborn ha suonato con i più grandi della musica: Albert King, Marcus Miller, James Brown, Eric Clapton, Cat Stevens, Roger Daltrey, Stevie Wonder, Paul Simon, David Bowie, Bruce Springsteen, Tommy Bolin, James Taylor, Al Jarreau, George Benson, Elton John, Roger Waters, gli Eagles, The Grateful Dead, Toto, Phil Collins, Steve Gadd.

Come è morto David Sanborn

Nato a Tampa il 30 luglio 1945, Sanborn è stato anche conduttore televisivo e radiofonico. Con il suo modo di suonare ha influenzato intere generazioni di musicisti. Oltre ad essere stato turnista per tantissime band ed artisti, ha avuto una straordinaria carriera da solista. Ha iniziato a suonare perché glielo aveva consigliato un medico. Quando era piccolo, infatti, Sanborn è stato malato di polio e l’esercizio con il sassofono lo aiutava nel rinforzare petto e polmoni. Di seguito il cordoglio del Montreux Jazz Festival che si è unito a quello dei tantissimi artisti che lo conoscevano:

David Sanborn: il cordoglio e l’affetto per un grande della musica

Riposa in pace David Sanborn. È con profonda tristezza che abbiamo appreso della scomparsa di David Sanborn, uno degli artisti più amati e prolifici del Montreux Jazz Festival. Il sassofonista americano ha partecipato a 18 edizioni dal suo debutto nel 1981. Suonando in tutti i generi musicali e spesso impegnandosi in collaborazioni estemporanee, David Sanborn incarnava lo spirito spontaneo caro a Claude Nobs. A Montreux, ha condiviso il palco con artisti come Miles Davis, Al Jarreau, Chaka Khan, Nile Rodgers e Phil Collins. Uno dei momenti salienti del Festival di Sanborn arrivò nel 1997, quando fece parte dell’eccezionale supergruppo “Legends” insieme a Eric Clapton, Marcus Miller, Steve Gadd e Joe Sample. Grazie per le melodie magiche e i ricordi, David“.

14 Maggio 2024

Condividi l'articolo