La Nona sinfonia di Beethoven e l’Inno alla Gioia: meraviglia alla Scala e a Vienna con il Maestro Riccardo Muti

È stata l'ultima opera del grande compositore, realizzata quando aveva già gravi problemi d'udito. Al suo interno vi è quello che poi è diventato l'inno dell'Europa. Ieri nel Massimo di Milano e in contemporanea in altre città europee, si è celebrato il 200esimo anniversario della prima che fu eseguita a Vienna il 7 maggio 1824

Cultura - di Redazione Web - 8 Maggio 2024

CONDIVIDI

La Nona sinfonia di Beethoven: meraviglia alla Scala con il Maestro Riccardo Muti

Entusiasmo ieri sera tra il pubblico della Scala per l’esecuzione della Nona sinfonia di Beethoven, nella serata del 200/o anniversario della prima assoluta, eseguita a Vienna il 7 maggio 1824. Nella sala del Piermarini occupata in ogni ordine di posti, gli spettatori milanesi hanno dedicato lunghi e calorosi applausi all’orchestra diretta dal Maestro Riccardo Chailly, al coro guidato da Alberto Malazzi e agli interpreti solisti. Il pubblico ha chiamato più volte al proscenio Chailly gridando “Bravo!” e “Bravi!“. Lo stesso direttore, felice ed emozionato, si è complimentato più volte con l’orchestra, con il Maestro Malazzi, e con i cantanti solisti: il soprano Polina Pastirchak, il mezzosoprano Wiebke Lehmkuhl, il tenore Benjamin Bruns e il baritono Markus Werba.

La Nona sinfonia di Beethoven e l’Inno alla Gioia alla Scala di Milano

Per quella che viene considerata la più alta vetta raggiunta da Beethoven, la sinfonia che ha cambiato la storia della musica aprendola al periodo del romanticismo, questa sera si sono moltiplicate le celebrazioni in tutto il mondo e soprattutto in Europa, dove il movimento corale conclusivo, sulle parole dell’inno di Friedrich Schiller An die Freude (“Alla gioia“), che ha dato espressione a un’ideale di fratellanza universale, è stato scelto come inno dell’Unione. Tanto che questa sera quattro teatri europei, quelli di Lipsia, Parigi, Milano e Vienna (dove sarà impegnato il Maestro Riccardo Muti) hanno eseguito la sinfonia.

La Nona sinfonia di Beethoven e l’Inno alla Gioia: il Maestro Riccardo Muti a Vienna

In questo spirito l’emittente culturale Arte ha trasmesso i quattro movimenti in diretta/differita dalle quattro città: ha aperto Lipsia (con il Gewandhausorchester diretto da Andris Nelsons) col primo movimento. A seguire l’Orchestre de Paris sotto la direzione di Klaus Mäkelä col secondo movimento. A Milano è toccato il terzo movimento e per quello finale, con l’Inno alla Gioia, Arte è tornata nella città della prima mondiale, Vienna, con i Wiener Symphoniker diretti da Petr Popelka. In Italia la serata scaligera è stata trasmessa in diretta su Radio 3 e in diretta differita su Rai5.

8 Maggio 2024

Condividi l'articolo