La classifica Forbes

Chi è Giancarlo Devasini, l’ex chirurgo quarto uomo più ricco d’Italia: patrimonio da 9 miliardi con Thether

Economia - di Redazione - 4 Aprile 2024

CONDIVIDI

Giancarlo Devasini
Giancarlo Devasini

Dopo Andrea Pignataro, il finanziere italiano che con 27 miliardi di patrimonio è il secondo uomo più ricco d’Italia secondo Forbes, dietro l’inavvicinabile Giovanni Ferrero, è l’altro nome “sconosciuto” ai più.

Nel listone della celebre rivista Usa che ogni anno stila l’elenco dei “Paperoni” di tutto il mondo, al quarto posto dietro appunto a Ferrero, al patron di Ion Group Pignataro e allo stilista Giorgio Armani c’è Giancarlo Devasini.

Chi è Giancarlo Devasini

Torinese classe 1964, laureato in Medicina all’università di Milano, Devasini secondo Forbes ha un patrimonio di 9,2 miliardi di dollari: numeri che lo pongono al quarto posto tra gli uomini più ricchi d’Italia, davanti anche a Piero Ferrari, erede del fondatore del ‘Cavallino rampante’ Enzo che possiede il 10% dell’azienda automobilistica.

A proposito di mondo dell’auto, il patrimonio di Devasini è tre volte quello del ben più noto John Elkann, amministratore delegato della Exor, la cassaforte della famiglia Agnelli con cui controlla la sua quota in Stellantis. A livello mondiale invece Devasini si piazza al 270esimo posto.

Patrimonio tirato su grazie al suo ruolo di direttore finanziario e principale azionista di Tether, l’azienda che ha creato una delle principali stablecoin al mondo, ovvero una criptovaluta il cui valore è ancorato a quello di un altro asset e per questo meno “volatile” di altre cripto.

Devasini e Tether

Dopo una iniziale carriera da chirurgo plastico, Devasini come racconta il Corriere di Torino cambia completamente vita e si dedica al mondo della finanza. L’interessamento al settore delle criptovalute lo porta a diventare nel 2024 il quarto uomo più ricco d’Italia.

I segreti del successo sono due: da una parte Bitfinex, un exchange di criptovalute, dall’altra appunto Tether, la stablecoin.

di: Redazione - 4 Aprile 2024

Condividi l'articolo