Tutto quello che c'è da sapere

Che cos’è la dieta del digiuno intermittente e come funziona, la nutrizionista: “Meglio per poco tempo, i benefici sono effetti a breve termine”

Salute - di Rossella Grasso - 26 Marzo 2024 alle 19:44 AGGIORNATO IL 26 Marzo 2024 alle 19:50

Dieta del digiuno intermittente
Dieta del digiuno intermittente

L’estate sta arrivando e in tanti già pensano a come tornare in forma e a quale dieta fare per arrivare preparati alla prova costume. Una delle diete che maggiormente sta spopolando negli ultimi anni è il digiuno intermittente. Il concetto alla base di questo tipo di dieta è semplice: si digiuna e si mangia solo in alcune fasce orarie. E’consigliata soprattutto a chi non riesce a fare diete in cui si mangia poco ma a distanza di poco tempo anche se digiunare è molto impegnativo. Molti personaggi famosi l’hanno seguita tanto da essere diventata famosa poi in tutto il mondo soprattutto per i suoi benefici immediatamente visibili. Ma la nutrizionista Marianna Vernetti avverte: “E’ consigliabile praticarla in brevi periodi di tempo in quanto comunque i benefici sono effetti a breve termine”. L’esperta ha spiegato a L’Unità tutto quello che c’è da sapere sulla dieta del digiuno intermittente.

Cos’è la dieta del digiuno intermittente?

La dieta del digiuno intermittente è lo schema alimentare in cui si ha limitazione dall’assumere cibo in determinati momenti della giornata.

Come funziona il digiuno intermittente?

Il digiuno intermittente prevede l’alternanza di fasce orarie in cui è possibile mangiare a ore di digiuno; il principio è sempre ingerire meno calorie di quante se ne consumano, ma non considerando tanto su cosa mangiare ma su quando mangiare. L’alternanza tra pasti e digiuno accelera il metabolismo e per questo motivo si tende a dimagrire più in fretta.

Con il digiuno intermittente si può mangiare qualsiasi cosa senza badare alle quantità?

Con il digiuno intermittente si può mangiare qualsiasi cosa ma solo nelle fasce orarie in cui è consentito. Ovviamente è importante mangiare senza esagerare e evitando dolci e fritti. Pasta e pane invece sono consentiti ma comunque è bene elaborare un piano alimentare per la fascia in cui si mangia insieme a un nutrizionista. E’ molto importante non improvvisare in nessun modo il digiuno intermittente e farsi seguire da professionisti dell’alimentazione per elaborare un piano ben fatto che risulti davvero efficace e non pericoloso per la salute.

Quali sono i benefici del digiuno intermittente?

Sicuramente fa dimagrire e inoltre apporta miglioramenti al metabolismo quindi glicemia, colesterolo e pressione.

Il digiuno intermittente nuoce alla salute? Fa male per qualche motivo?

È meglio evitare il digiuno intermittente per le donne in gravidanza, anziani, persone affette da disturbi del comportamento alimentare e affette da patologie come diabete e cancro. E’ consigliabile praticarla in brevi periodi di tempo in quanto comunque i benefici sono effetti a breve termine.

In cosa consiste il digiuno intermittente 12 ore?

Il digiuno intermittente 12 ore consiste nel digiunare per 12 ore e mangiare le restanti ore.

E il digiuno intermittente 16/8?

In questo caso l’assunzione di cibo è limitata a 8ore al giorno mentre nelle restanti 16 ore non si mangia: in pratica bisogna saltare o cena o colazione. L’assunzione di cibo è limitata a 8 ore al giorno, per esempio dalle 8 alle 16 e per le restanti 16 ore non si tocca cibo.

26 Marzo 2024

Condividi l'articolo