In provincia di Napoli

Portici: calci e pugni alla compagna. Voleva costringerla a convertirsi all’Islam

È accaduto nella località vesuviana. Lui, 29 anni, è stato arrestato. Lei, 19enne, più volte in passato è stata vittima di violenza

Cronaca - di Redazione Web - 25 Marzo 2024

CONDIVIDI

Portici: calci e pugni alla compagna. Voleva costringerla a convertirsi all’Islam

Picchiata per costringerla a convertirsi all’Islam: è accaduto a Portici (località vesuviana in provincia di Napoli), all’interno di una comunità religiosa che si occupa anche di assistenzialismo. Un 29enne originario del Sudan, senza fissa dimora, ha aggredito la sua compagna 19enne etiope a calci e pugni. Non era la prima volta, la ragione invece era sempre la stessa, la sua conversione all’Islam.

Portici: calci e pugni alla compagna. Voleva costringerla a convertirsi all’Islam

I carabinieri della stazione di Portici sono intervenuti su richiesta della vittima che non ha mai denunciato temendo ritorsioni. Il 29enne è finito in manette e poi in carcere, in attesa di giudizio. La donna è stata trasportato all’ospedale del Mare dove sono state diagnosticate lesioni guaribili in 10 giorni.

25 Marzo 2024

Condividi l'articolo