La festività

Festa del papà 2024, perché si festeggia il 19 marzo: la data e la storia delle zeppole di San Giuseppe

Curiosità - di Redazione Web - 19 Marzo 2024

CONDIVIDI

Zeppole di San Giuseppe, foto da videoricette di Antonietta Polcaro
Zeppole di San Giuseppe, foto da videoricette di Antonietta Polcaro

Il 19 marzo in Italia si celebra la festa del papà. Quando è iniziata questa tradizione e perché proprio il 19 marzo? In realtà la Festa del papà si celebra in tutto il mondo ma in date differenti a seconda dei paesi. In Italia cade sempre il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, il papà “adottivo” di Gesù. Una festa dunque legata alla religione cattolica. Ma non è così ovunque. La Festa del papà è legata anche ad alcuni dolci tradizionali, diversi regione per regione. Il più famoso è forse la zeppola di San Giuseppe.

Che cos’è la festa del papà e perché si celebra il 19 marzo

La festa del papà celebra i padri. In Italia si festeggia il 19 marzo, giorno di San Giuseppe. Il 19 marzo perché secondo la credenza, morì San Giuseppe, il “padre adottivo” di Gesù. Le poche conoscenze che si sanno di San Giuseppe derivano dai vangeli di Matteo e Luca che raccontano la vita di Gesù da bambino e il suo rapporto con il padre “putativo”. Il suo culto ha origini molto antiche già nell’Alto Medioevo si celebrava la sua figura nelle chiese orientali e nel Trecento la pratica si diffuse anche in Occidente. E fu all’epoca che si iniziò a festeggiare San Giuseppe il 19 marzo.

Da quando esiste la festa del papà in Italia?

La festa venne inserita nel calendario romano da papa Sisto IV nel 1479. San Giuseppe era associato a una figura positiva, la figura del papà buono, modello di vigilanza e provvidenza. Per questo motivo la Chiesa Cattolica lo proclamò protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa Universale. Nel corso del XIX secolo san Giuseppe divenne santo patrono di alcuni paesi con una importante tradizione cattolica, come il Messico, il Canada e il Belgio.

Fino al 1977, il 19 marzo giorno di san Giuseppe era considerato in Italia festivo, ma con la legge 5 marzo 1977 n. 54 la festività fu abolita e da allora il 19 marzo divenne un giorno feriale. In Canton Ticino, in altri cantoni della Svizzera e in alcune province della Spagna, è invece ancora considerato festivo.

Festa del papà nel Mondo

In altri paesi la festa del papà ha origini e tradizioni diverse, diverse da paese in paese. La maggior parte dei paesi del mondo celebra la Festa del papà la terza domenica di giugno.

In Germania la Festa del papà coincide con il giorno dell’Ascensione – una festa mobile cristiana che cade il giovedì, quaranta giorni dopo la Pasqua – ed è chiamata anche Männertag o Herrentag (“giorno degli uomini”, intesi come maschi). Una delle tradizioni è quella di formare comitive di soli uomini che spingono un carretto pieno di bevande alcoliche e festeggiano in “un pomeriggio incasinato e ubriaco”.

Negli Stati uniti, invece, i papà si celebrano la terza domenica di giugno. Fu proclamata festa nazionale nel 1966 dal presidente Lyndon B. Johnson. Generalmente si fa risalire l’idea della sua creazione a una donna di Spokane, nello stato di Washington, Sonora Smart Dodd: secondo la tradizione, lo spunto per una Festa del papà le sarebbe venuto nel 1909 sentendo un sermone in occasione della Festa della mamma, che cominciava a essere celebrata in quegli anni. Cosdì la proposta di celebrare anche il papà. Il Papà di Dodd aveva cresciuto sei figli dopo la morte per parto della mamma e il suo compleanno era proprio il 19 giugno.

Anche in India la festa del papà si festeggia la terza domenica di giugno anche se la Festa è ancora una novità poco diffusa. Anche i francesi commemorano la Festa del Papà la terza domenica di giugno, ma la data ha una spiegazione differente, legata a una campagna pubblicitaria degli anni ’50 di un’azienda di accendini che promuoveva l’oggetto come regalo per i papà. In Australia la festa coincide con la prima domenica di settembre, segnando l’inizio della primavera.

Che cosa sono le zeppole di San Giuseppe? La storia del dolce
Uno dei dolci legati alla tradizione della Festa del Papà sono le zeppole di San Giuseppe. Si tratta di bignè fritti o al forno farciti di crema gialla e conditi con una amarena. Si preparano il 19 marzo perché si dice che dopo la fuga in Egitto, per scampare alle persecuzioni di re Erode, Giuseppe fu costretto a vendere dei dolci per mantenere la sua famiglia in terra straniera.

Quali sono i dolci tipici della festa del papà

A Roma, si preparano invece i bignè di San Giuseppe, mentre in Toscana e in Umbria il 19 marzo si preparano frittelle di riso cotto nel latte e aromatizzato con spezie e liquore.

19 Marzo 2024

Condividi l'articolo