Attore non protagonista

Robert Downey Jr. da Oscar: il premio per “Oppenheimer”, l’infanzia disastrosa, la droga e il carcere, la moglie che “mi ha riportato in vita”

Una notte per riprendersi tutto. Figlio d'arte, primo film a 5 anni, gli anni delle droghe e degli arresti, il successo con Iron Man. "Mia moglie mi ha trovato come un cucciolo abbandonato e mi ha riportato in vita"

Cinema - di Redazione Web - 11 Marzo 2024

CONDIVIDI

Robert Downey Jr. accepts the award for best performance by an actor in a supporting role for “Oppenheimer” during the Oscars on Sunday, March 10, 2024, at the Dolby Theatre in Los Angeles. (AP Photo/Chris Pizzello) Associated Press/LaPresse Only Italy and Spain
Robert Downey Jr. accepts the award for best performance by an actor in a supporting role for “Oppenheimer” during the Oscars on Sunday, March 10, 2024, at the Dolby Theatre in Los Angeles. (AP Photo/Chris Pizzello) Associated Press/LaPresse Only Italy and Spain

Robert Downey Jr. si è ripreso in una notte tutto quello che aveva rischiato di perdere: ha vinto il premio Oscar per la sua interpretazione da miglior attore non protagonista in Oppenheimer, il film di Cristpher Nolan che l’ha fatta da padrone alla 96esima edizione degli Academy: sette statuette. “Ringrazio la mia infanzia disastrosa e l’Accademia, in quest’ordine”, ha detto ritirando la statuetta.

L’attore era già stato nominato due volte, per Charlot nel 1993 e per Tropic Thunder nel 2008. Proprio tra queste due nomination l’attore ha attraversato il momento più difficile e pericoloso della sua vita e della sua carriera. “Ringrazio mia moglie, lei mi ha trovato come un cucciolo abbandonato e da brava veterinaria mi ha riportato in vita”, ha detto con la statuetta in mano. “Il mio segreto? Avevo bisogno di questo lavoro più di quanto lui avesse bisogno di me”.

Downey Jr. ha 58 anni, è nato il 4 aprile 1956, figlio di Robert Downey Sr., attore e regista. Ha debuttato a soli cinque anni in un film del padre, Pound. Da adolescente ha datto parte del gruppo “Brat Pack”, come i media soprannominarono un gruppo di giovani attori diventati molto popolari per film a tematica adolescenziale. Per Charlot, oltre alla nomination all’Oscar, vinse un Bafta. Per la serie Ally McBeal ha vinto un Golden Globe e lo Screen Actors Guild Award.

Gli arresti e la droga

A questo punto scivolò nei suoi tormenti, cadde nel vortice della dipendenza dalle droghe e venne arrestato diverse volte. Falliti diversi tentativi di disintossicazione, fu condannato nel 1999 a tre anni di detenzione in un istituto terapeutico dove rimase per un anno. Raccontò di aver provato la prima volta la droga che era un bambino: anche suo padre ne faceva uso. Rilasciò un’intervista a Vanity Fair in cui parlò delle sue condizioni in carcere: del letto scomodo, del lavoro in cucina, dell’isolamento, del coro del carcere.

Dovette rinunciare a diversi ruoli – fu licenziato da Ally McBeal, il suo personaggio cancellato – prima di ripulirsi del tutto e di tornare in grande stile, come raccontò anche in un’intervista a Oprah Winfrey nel 2004. A pagare per lui l’assicurazione necessaria per lavorare a Hollywood fu Mel Gibson – nessuna compagnia voleva più assicurarlo. Ritornò sul grande schermo in The Singing Detective proprio con Mel Gibson e in Gothika di Mathieu Kassovitz con Halle Berry. La vera e propria svolta arrivò però quando divenne per tutto il mondo Iron Man, uno dei supereroi del mondo Marvel più fortunati e amati di sempre.

Per tre anni consecutivi l’attore fu, secondo Forbes, tra i più pagati al mondo dal 2012 al 2015 con circa 80 milioni di dollari. Altro ruolo fortunato: lo Sherlock Holmes di Guy Ritchie con Jude Law. In Oppenheimer ha interpretato Lewis Strauss, il presidente della Commissione per l’energia atomica che intrattenne un vero e proprio corpo a corpo giudiziario con il fisico considerato il padre della bomba atomica.

Chi è la moglie di Robert Downey Jr.

Downey Jr. è sposato da più di vent’anni con la produttrice Susan Downey, il suo secondo matrimonio dopo il primo con la cantante Deborah Falconer. La coppia ha avuto due bambini: un maschio e una femmina, nati nel 2012 e nel 2014. Alla premiazione Downey Jr. era stato introdotto da Jimmy Kimmel che senza grazia aveva fatto riferimento al suo passato di dipendenze. Il governatore della California nel 2015 gli ha concesso il perdono definitivo.

11 Marzo 2024

Condividi l'articolo