La scomparsa

Chi è e come è morto Gigio Morra: addio all’attore napoletano

Volto noto di teatro, cinema e tv, sono stati tantissimi i messaggi di affetto e cordoglio per lui. Il ricordo di molti colleghi

Spettacoli - di Andrea Aversa - 10 Marzo 2024

CONDIVIDI

Chi è e come è morto Gigio Morra: addio all’attore napoletano

La notizia è impazzita sui social diventando presto virale. Tanti artisti, attori, donne e uomini dello spettacolo hanno scritto e pubblicato messaggi di affetto e cordoglio. Se n’è andato Gigio Morra, attore napoletano di teatro, cinema e televisione. Aveva 78 anni e si era diplomato all’Accademia di Arte Drammatica a Napoli ed aveva partecipato ad innumerevoli produzioni, tra le quali: “Un posto al sole”, “Il commissario Montalbano”, “Squadra antimafia-Palermo oggi”, “Imma Tataranni – Sostituto procuratore”, “Doc – Nelle tue mani”, “Bastardi di Pizzofalcone”, nel film tv “Filumena Marturano”. Senza dimenticare “Gomorra” di Matteo Garrone, “Qui rido io” di Mario Martone e “Il sol dell’avvenire” di Nanni Moretti.

Chi è Gigio Morra

Era sposato con l’attrice Lucia Mandarini che su Facebook ha scritto: “Il mio amore mi ha lasciato ere un uomo dolce gentile e un grande attore mi ha lasciato nella più grande disperazione ti amerò per sempre“. Ma chi è e come è morto Gigio Morra? Le sue origini sono nel teatro. Diverse le sue collaborazioni artistiche, da Eduardo De Filippo a Maurizio Scaparro, da Giuseppe Patroni Griffi a Luca De Filippo, da Toni Servillo ad Andrea Renzi. Dal punto di vista cinematografico è stato diretto anche da Marco Bellocchio e Lina Wertmüller. Indimenticabile il suo ruolo di direttore di giornale in “Fortapasc“, il film dedicato alla vita del giornalista Giancarlo Siani, ucciso dalla camorra.

Come è morto Gigio Morra

Ha scritto Marisa Laurito: “Ciao topolino, amico mio carissimo, quanti ricordi…Caro Gigio vola con la tua ironia e eterna leggerezza, segno di grande forza di vivere. Sei nel mio cuore e ci ritroveremo: apparecchia la tavola e aspettaci“; questo il messaggio di Francesca Scarano: “Gigio mio con te va via il mio cuore, mi hai lasciato all’improvviso ti ho amato e ti amerò in ogni istante . amorotto mio come solo tu mi chiamavi“; ecco il ricordo di Mimmo Esposito: “Sei stato un grande amico, un grande collega, un grande punto di riferimento. Sei una delle persone migliori che ho incontrato sulla mia strada. Grazie per esserci stato per me, ma soprattutto per mia figlia. E grazie per il tuo amore incondizionato. Ciao Gigio Morra , non sarà più la stessa cosa. Tvb“.

È morto Gigio Morra: i messaggi d’affetto

Di seguito il post, pubblicato su Facebook, di Gianni Caputo: “Lo incontravo spesso per strada, abitavamo a poca distanza l’uno dall’altro e quando lo incrociavo mi ricordavo puntualmente di alcune sue bellissime interpretazioni. Una su tutte quella del nonno in Sabato Domenica e Lunedì con la regia di Toni Servillo. Cosi una volta presi il coraggio a due mani e mi avvicinai chiedendogli se potevo congratularmi con lui per tutte le volte che mi aveva emozionato o divertito a teatro. Reagì come solo le persone di un animo discreto e nobile sanno fare: sorridendomi e mostrandosi contento di quella forma di ossequiosa e riconoscente attenzione che gli avevo mostrato. Cominciammo a parlare di gusto e a lungo di teatro, di poesia napoletana, di Eduardo, lui volle prolungare il giro e così tutte le volte che per strada ci incontravamo. La sua partenza improvvisa mi addolora tantissimo. Gigio era davvero una bella persona oltre ad essere un grande attore“.

Addio a Gigio Morra: il cordoglio per l’attore scomparso

Il cordoglio di Bruno Garofalo: “Lo apprendo ora…i miei coetanei se ne stanno andando uno alla volta, è nell’ordine delle cose…. Ma Gigio Morra, per noi Topogigio, non doveva e non poteva andarsene…Ma che scherzo di cazzo, Gigio! Ci conoscevamo da sempre, dai tempi del Circolo Artistico di piazza Trieste e trento, e poi con Masaniello, nella compagnia di Eduardo, e per un’intuizione speciale, accompagnatore di Marisa Laurito nel meraviglioso viaggio di Novecento Napoletano, e poi di Adagio…Non so come commentare, il dolore è immenso! Ciao Topo!“; ha scritto Lina Sastri: “Ti ho conosciuto che ero una ragazzina..ogni tanto ti ho incontrato sul lavoro, mi hai fatto il regalo di partecipare al mio film…Mancherai…eri un grande attore e una persona meravigliosa! Un saluto affettuoso a Gigio Morra“.

10 Marzo 2024

Condividi l'articolo