La novità entro Pasqua

Bagagli sulle Frecce Trenitalia, le nuove regole: massimo due trolley o multa

News - di Redazione - 8 Marzo 2024

CONDIVIDI

Bagagli sulle Frecce Trenitalia, le nuove regole: massimo due trolley o multa

Restrizioni e direttive per chi viaggia a bordo delle Frecce (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca), i treni dell’alta velocità di Trenitalia.

Dopo le polemiche per le regole che la società voleva introdurre a marzo, senza consultare le associazioni dei consumatori e dei ciclisti, che prevedevano una stretta particolarmente importante sui “diritti” dell’utenza, con un limite di due valigie gratuite e bici (o monopattini) da riporre in una sacca (e multe da 50 euro per chi non rispettava le regole), Trenitalia ha fatto marcia indietro scegliendo la “concertazione” sospendendo l’applicazione di quel regolamento.

Le regole per chi viaggia sulle Frecce

La nuova bozza a cui sta lavorando Trenitalia, con il regolamento che sarà introdotto entro Pasqua per farlo entrare in vigore poco prima dei giorni festivi, in cui la domanda di biglietti avrà ovviamente un boom, cambierà comunque in modo drastico l’esperienza di viaggio degli utenti.

Le nuove regole sui bagagli trasportati saranno uguali per prima e seconda classe e ogni passeggero potrà viaggiare con un massimo di due bagagli oltre borsa, zaino, effetti personali ed eventuale passeggino.

Si potranno trasportare le biciclette pieghevoli e i monopattini a condizione che siano opportunamente chiuse, spente (se elettriche) e riposte nell’apposita sacca, le cui dimensioni non devono essere superiori a cm 80x110x45. Per quanto riguarda le biciclette già montate, è necessario che i veicoli a due ruote non siano più lunghi di due metri e che sia permesso l’accesso nei treni prenotati.

Le multe ai passeggeri per i bagagli extra

Cambia, rispetto alla prima bozza, l’entità delle sanzioni per chi non rispetterà i limiti: non più 50 euro, ma una multa “notevolmente inferiore”, nell’ordine di una decina di euro.

Per questo Gabriele Melluso e Alessandro Tursi, presidenti rispettivamente di Assoutenti e Fiab (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta), si dicono “molto soddisfatti di questo dialogo e del fatto che Trenitalia abbia condiviso al 100% le richieste da noi avanzate. Piena sintonia dunque tra azienda e associazioni nell’interesse di viaggi sicuri e confortevoli per tutti i viaggiatori”.

di: Redazione - 8 Marzo 2024

Condividi l'articolo