A Chianciano Terme

Violenza sessuale durante il ritiro, accusati tre atleti della Federscherma

La vittima è una sportiva uzbeka di 17 anni. Tra i ragazzi indagati c'è un minorenne. Azzi, Presidente Fis: "Noi parte lesa, massima collaborazione con la magistratura"

Cronaca - di Redazione Web - 3 Marzo 2024

CONDIVIDI

Violenza sessuale durante il ritiro, accusati tre atleti della Federscherma

Abusata da tre atleti della Federscherma in un ritiro a Chianciano Terme. Vittima una campionessa di scherma di 17 anni della squadra dell’Uzbekistan. Lo stupro di gruppo sarebbe avvenuto tra il 4 e il 5 agosto scorso durante un ritiro pre estivo nella località in provincia di Siena a cui partecipavano più squadre di varie Federazioni. Sull’abuso indaga la Procura di Siena che ha iscritto due dei tre atleti coinvolti. Un terzo è minorenne. La notizia è anticipata dal Messaggero. “La Fis tempestivamente, e in più occasioni, avuto confronti diretti con la Magistratura inquirente, al fine di conoscere la situazione e gli sviluppi dell’attività investigativa“.

Stupro di gruppo nel ritiro: accusati tre atleti della Federscherma

Questa la nota della Federscherma in una nota in relazione al caso dell’atleta abusata durante il ritiro di Chianciano Terme. “La Federazione ha depositato anche la nomina della Fis per una costituzione di parte civile nell’eventuale giudizio, qualora venisse disposto dalla giustizia ordinari“. Inoltre nella nota la federazione sottolinea di essersi “immediatamente attivata nei contatti con la Magistratura ordinaria e sportiva“. Ha dichiarato all’Ansa Marco Azzi, Presidente della Fis: “Noi abbiamo fatto tutto quello che potevamo, non possiamo sostituirci alle autorità giudiziarie. Non abbiamo i poteri per indagare su ipotesi di reato gravi come questi, da codice rosso“.

Chi è la vittima degli abusi nel ritiro di scherma a Chianciano Terme

A suo tempo abbiamo attivato la procura e la giustizia federale, facendo tutti i passi necessari – ha aggiunto AzziCi siamo anche predisposti per un’eventuale costituzione di parte civile se ci dovesse essere un processo come parte offesa. Su quali basi possiamo sospendere gli atleti indagati oggi? Serve almeno un provvedimento cautelare, un rinvio a giudizio o la chiusura delle indagini“.

3 Marzo 2024

Condividi l'articolo