Continua la strage

Domenico Fatigati: chi è l’operaio morto sul lavoro ad Avellino

La tragedia avvenuta nello stabilimento Stellantis. La vittima era di Acerra, ha lasciato una moglie e tre figli

Cronaca - di Andrea Aversa - 23 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Domenico Fatigati: chi è l’operaio morto sul lavoro ad Avellino

È rimasto schiacciato da un macchinario mentre svolgeva il suo lavoro presso lo stabilimento Stellantis di Pratola Serra, in Irpinia nell’area industriale di Pianodardine, in provincia di Avellino. Domenico Fatigati, 52 anni, era originario di Acerra, località dell’area Nord in provincia di Napoli. Ha lasciato una moglie e tre figli. La donna ha un negozio nella cittadina del Napoletano, dove spesso Fatigati si recava per darle una mano. Sconvolta e addolorata l’intera comunità acerrana che si è stretta intorno alla famiglia dell’uomo scomparso. L’ennesima vittima delle morti sul lavoro, una piaga italiana che continua senza fine.

Chi è Domenico Fatigati l’operaio morto ad Avellino nello stabilimento Stellantis

Dopo la triste notizia, i sindacati Fim, Fiom, Uilm, Fismic ed Uglm di Avellino e le Rsa dello stabilimento, hanno proclamato uno sciopero dei lavoratori Stellantis di Pratola Serra: “Un lavoratore che aveva lasciato casa sua per poter svolgere la sua attività – si legge nella nota della Rsanon tornerà più a casa sua. Nell’esprimere il cordoglio e la vicinanza di tutti i lavoratori della ex Fma alla famiglia del lavoratore deceduto, dichiarano uno sciopero a partire dalle ore 10.30 per tutta la giornata del 22 febbraio“.

Domenico Fatigati: i post di affetto

Questo è il lavoratore morto ad Avellino Pratola serra nello stabilimento Stellantis lavorava per una ditta di manutenzione. Domenico Fatigati è di Acerra e molti di noi lo conoscono perché la moglie ha un negozio di frutta e verdura. Una tragedia un omicidio perché qualcosa non ha funzionato la sicurezza come notiamo a lavoro tutti i giorni è solo un appendice da valutare quando non da fastidio alla produzione, questa morte ci riguarda come tutte le altre ancor di più perché accaduta in uno stabilimento stellantis. Che la terra ti sia Lieve“.

Ha scritto la pagina ‘Morti sul lavoro‘: “Domenico Fatigati, 52 anni, moglie e tre figli, morto intrappolato nel macchinario che stava manutenendo nell’impianto Stellantis di Pratola Serra (Avellino), è la diciassettesima vittima del lavoro in Campania in questo inizio 2024, l’ottava nel mese di febbraio. La regione è seconda soltanto alla Lombardia per numero di vittime, con un morto ogni tre giorni. Napoli è la provincia con più morti, 7, davanti a Caserta (5). Quattro le vittime nell’edilizia, il comparto con più tragedie. Febbraio 2024: 76 morti (sul lavoro 61; in itinere 15; media giorno 3,4). Anno 2024: 155 morti (sul lavoro 115; in itinere 40; media giorno 2,9)“.

Domenico Fatigati: il cordoglio di Aboubakar Soumahoro

Profondamente addolorato per la morte di Domenico Fatigati, operaio di 52 anni, che lascia una moglie e 3 figli. Il signor Fatigati è stato incastrato da un macchinario mentre lavorava per una ditta esterna all’interno dello stabilimento di Stellantis a Pratola Serra (Avellino). Esprimo le mie più sentite condoglianze ai familiari, agli amici e ai suoi colleghi. In soli 2 mesi, sono già morte 181 persone sul lavoro. Questa è una strage che non può essere silenziata a stagioni alterne. Né tantomeno ipocritamente mascherata con riti déjà vu o dichiarazioni di circostanza. Per questo, fiducioso che gli organi competenti faranno piena luce su questa ennesima tragedia, chiederò al Governo cosa intende fare per prevenire questa guerra alla classe operaia dell’Italia plurale“.

23 Febbraio 2024

Condividi l'articolo