In provincia di Venezia

Marcon a Valecenter: rapina in gioielleria con kalashnikov e ostaggi

I fatti in un centro commerciale di Marcon a Valecenter nel Veneziano. L'allarme della vigilanza, l'evacuazione dell'edificio e l'arrivo dei carabinieri

Cronaca - di Redazione Web - 8 Febbraio 2024 alle 09:05

Condividi l'articolo

Marcon a Valecenter: rapina in gioielleria con kalashnikov e ostaggi

Assalto di banditi ieri sera in una gioielleria di un centro commerciale a Marcon dove sono stati presi in ostaggi anche i dipendenti dell’esercizio commerciale. I malviventi, armi in pugno sono entrati nel negozio e dopo essersi impossessati dei preziosi sono fuggiti. A quell’ora il centro commerciale era piuttosto affollato e c’è stato un fuggi fuggi per cercare un riparo all’esterno. C’erano due commesse nella gioielleria al momento dell’irruzione dei banditi che le hanno minacciate con le armi prima di arraffare i preziosi per poi darsi alla fuga.

Marcon a Valecenter: rapina in gioielleria con kalashnikov e ostaggi

Il commando era formato da quattro malviventi, tutti con un passamontagna, e con armi lunghe, pare kalashnikov, che hanno agito con freddezza e determinazione. Uno dei banditi ha immobilizzato una delle commesse che in quel momento era sull’uscio della gioielleria, trascinandola dentro e costringendo l’altra ad aprire la cassaforte. I rapinatori hanno quindi arraffato quanto più possibile, anche della merce esposta e sono poi fuggiti. Nel frattempo il personale della vigilanza aveva fatto scattare l’allarme in tutto il centro commerciale facendo evacuare velocemente i clienti da ogni negozio e dall’ipermercato.

Cosa è accaduto a Macron Valecenter

Secondo quanto si è appreso, i banditi hanno agito senza sparare e nessuno è rimasto ferito, tantomeno le commesse che hanno subito un evidente forte stato di choc. L’allarme ha fatto scattare l’intervento dei carabinieri con pattuglie partite da Mestre e con il supporto dei colleghi del Nucleo investigativo di Venezia coordinati da tenente colonnello Giuseppe Battaglia. I militari hanno recuperato i filmati delle telecamere del centro commerciale e altre dislocate nella zona che saranno visionate nelle prossime ora. Non ancora, invece, quantificato il bottino della rapina.

Rapina a Macron Valecenter: le parole del governatore Zaia

Ha scritto il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia: “Un commando di quattro o sei banditi armati di kalashnikov e fucili a pompa a volto coperto, è entrato in uno dei tanti negozi della galleria dello shopping, il negozio Gioielli di Valenza. A quel punto uno dei rapinatori ha preso in ostaggio la commessa facendosi scudo con lei all’ingresso della gioielleria, mentre i complici razziavano il negozio, spaccavano le vetrine, aprivano i cassetti e gli armadietti. I rapinatori in pochissimi istanti hanno messo a segno il colpo, il cui bottino non è ancora stato quantificato, ma anche potrebbe aggirarsi attorno ai 200 mila euro, e poi sono fuggiti portandosi dietro la donna, che hanno liberato quasi subito.

I clienti che si trovavano in galleria sono fuggiti, i commessi hanno chiuso i negozi, abbassato le serrande, si sono nascosti dentro in preda al panico assieme a chi era con loro. Da una prima ricostruzione sembra che i malviventi siano fuggiti con una macchina che poi hanno abbandonato a 300 metri. Sarebbero poi scappati con un altro mezzo, dove hanno caricato il bottino, ed è probabile che li attendessero i complici“.

8 Febbraio 2024

Condividi l'articolo