In azione un commando

Pamela Codardini, chi è l’italiana uccisa col compagno in Messico: 11 anni fa il marito bruciato vivo

Cronaca - di Redazione - 5 Febbraio 2024

CONDIVIDI

Pamela Codardini
Pamela Codardini

Uccisa assieme al compagno da un commando, che li ha ammazzati all’interno del loro negozio di tabacchi a Ocotlan de Morelos, nello stato di Oaxaca in Messico. È morta così Pamela Codardini, 35enne originaria di Favaro Veneto, un paese del Veneziano non molto distante dall’aeroporto Marco Polo, lo scorso 27 gennaio.

A darne notizia il Gazzettino. Con lei è stato ucciso anche il suo compagno, il 29enne Juan Yair. Quest’ultimo, conosciuto come “El Yayo”, era probabilmente il reale obiettivo del commando di sicari: da tutti era ritenuto infatti il braccio destro di Alberto JaimeEl Piolin“, capo del cartello Los Medina, che si era suicidato nel tentativo di evitare la cattura lo scorso ottobre.

Secondo quanto ricostruito dai media messicani, i killer entrati nel negozio di tabacchi gestito dalla coppia hanno prima ucciso Juan Yair, poi hanno rivolto le loro attenzioni sull’italiana Pamela Codardini, che aveva tentato di rifugiarsi nel retrobottega dopo aver assistito alla scena.

Le immagini pubblicate dai giornali e dalle agenzie di stampa messicani mostrano la brutalità dell’atto: Juan è stato ucciso mentre era steso a terra, davanti ai suoi assassini, che sembravano volerlo guardare negli occhi mentre gli sparavano. I corpi di Pamela e Juan sono stati sottoposti ad autopsia per determinare le circostanze esatte della loro morte. L’esame ha rivelato che le vittime sono state uccise da proiettili sparati con armi d’assalto, calibro 223, spesso utilizzate nei fucili da guerra. Una pistola calibro 9 è stata trovata sul luogo del crimine, e la perizia balistica dovrà stabilire se è stata utilizzata durante l’agguato.

L’omicidio del primo marito

Madre di due bambini piccoli, Pamela Codardini era già stata protagonista di un cruento episodio di cronaca undici anni fa, nel 2013, sempre in Messico. Il suo primo marito, Alex Bertoli, chef di origini friulane con cui aveva aperto un ristorante sempre a Oaxaca, era stata ucciso in un altro episodio di sangue.

Il 3 maggio 2013 a Mazunte Alex Bertoli venne attirato fuori casa con una telefonata, finendo per essere aggredito prima a colpi di bastone e poi, incosciente ma ancora vivo, dato alle fiamme.

Chi era Pamela Codardini

Pamela e Alex si erano sposati tre anni prima dopo essersi conosciuti in un ristorante al Cavallino (Venezia), ricorda il Corriere del Veneto, coronando poi il sogno di aprire un ristorante italiano in Messico, a Mazunte. Secondo quanto riferisce il quotidiano, per aprire il locale Bertoli si sarebbe indebitato, affidandosi anche a degli strozzini per ottenere il denaro. Sulla vicenda aveva aperto un’inchiesta anche la Procura di Trieste, senza arrivare a risultati.

di: Redazione - 5 Febbraio 2024

Condividi l'articolo