Nel Torinese

Sente dei lamenti da un cassonetto, 49enne trova neonato in un sacchetto di plastica

È accaduto ieri sera a Villanova Canavese, l'operaio 49enne ha subito allarmato carabinieri e 118. Il piccolo aveva cordone ombelicale e placenta attaccati. È in ospedale e sta bene

Cronaca - di Redazione Web - 14 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Sente dei lamenti da un cassonetto, 49enne trova neonato in un sacchetto di plastica

Un neonato è stato ritrovato questa sera dentro un cassonetto dei rifiuti a Villanova Canavese (in provincia di Torino). Un operaio di 49 anni è stato attirato dai lamenti provenienti dal cassonetto, vicino a casa propria. Quando si è avvicinato ha notato un sacchetto di plastica, al cui interno c’era il piccolo, con la placenta e cordone ombelicale ancora attaccati. Sul posto sono interventi immediatamente i sanitari del 118 e i carabinieri che hanno assistito il neonato e lo hanno trasportato all’ospedale di Ciriè.

A quanto si apprende da fonti investigative il bambino sta bene. Sulla vicenda indagano i militari dell’Arma. Il piccolo, un maschio, è stato ritrovato poco prima delle 20 in un vicolo poco distante dal centro e l’uomo che ha sentito il suo pianto ha chiamato immediatamente i soccorsi. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile, accorsi sul posto, non hanno individuato evidenti sistemi di sorveglianza in zona e stanno cercando di ricostruire l’accaduto.

Villanova Canavese è un paese con oltre mille abitanti a meno di trenta chilometri a nord di Torino, verso le Valli di Lanzo.

14 Gennaio 2024

Condividi l'articolo