A Pistoia

Crolla il pavimento durante la festa di matrimonio, 35 feriti, 5 sono gravi: gli invitati si ritrovano al piano terra

Le urla degli ospiti e la disperazione degli sposi. Coinvolti anche dei bambini. I soccorsi allertati per tutta la notte. Per fortuna nessuna persona ha perso la vita

Cronaca - di Redazione Web - 14 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Crolla il pavimento durante la festa di matrimonio, 35 feriti, 5 sono gravi: gli invitati si ritrovano al piano terra

Il solaio di un locale a Pistoia dove era in corso una festa di matrimonio è crollato sugli ospiti provocando diversi feriti. Secondo le prime informazioni dei Vigili del fuoco, che si trovano già sul posto, cinque persone sono rimaste ferite in maniera grave e una decine in modo lieve. L’incidente è avvenuto in località Pontelungo, alla periferia della città, e ha coinvolto un ex convento adibito a locale per le feste. Sul posto, l’ex Convento di Giaccherino, sono giunti anche i sanitari del 118.

Sarebbero coinvolte circa 60-70 persone, ma al momento non ci sarebbero morti – riferisce l’assessore alla Protezione civile Alessio BartolomeiSul posto ambulanze, vigili del fuoco e polizia municipale. I feriti sono stati inviati oltre che all’ospedale di PISTOIA anche agli ospedali di Prato, Empoli e Pescia, tra i feriti ci sarebbero anche bambini“. In totale, secondo quanto si apprende, sarebbero 35 i feriti. Cinque in codice rosso, dieci in codice giallo e 50 in codice verde.

Alcuni dei feriti sono stati trasportati anche all’ospedale Versilia a Lido di Camaiore (Lucca). “Allertati tutti gli ospedali per il tempestivo soccorso e assistenza in modo da gestire più pazienti possibili. Oltre Pistoia, Prato, Lucca, Careggi e Cisanello, forza!“. Lo ha scritto sui social il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, in merito al crollo di un solaio di un locale a Pistoia dove era in corso una festa di matrimonio che ha provocato una sessantina di feriti. Sul posto, fa sapere ancora il governatore, “il nostro sistema regionale sanitario sta intervenendo“.

14 Gennaio 2024

Condividi l'articolo