Il Presidente del Senato

Acca Larenzia, La Russa: “Fratelli d’Italia estraneo ai fatti ma per alcune sentenze quel gesto non è reato”

Le parole della seconda carica dello Stato rispetto alla 'marea nera' con tanto di saluti romani in occasione della commemorazione avvenuta due giorni fa

Politica - di Redazione Web - 9 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Acca Larenzia, La Russa: “Fratelli d’Italia estraneo ai fatti ma per alcune sentenze quel gesto non è reato”

Concordo pienamente con Rampelli quando dice che FdI è totalmente estranea all’episodio dei saluti romani alla commemorazione delle tre giovanissime vittime dell’attentato di Acca Larenzia. Peraltro, il fatto è stato eclatante e ha avuto molta visibilità, ma il partito davvero non ha alcun ruolo o responsabilità in quello che è successo. Abbiamo sempre detto ai nostri di non partecipare a certe manifestazioni, che vengono inevitabilmente strumentalizzate da chi vuole attaccarci. Non si va a certe commemorazioni. Non c’entriamo nulla, non c’entra il partito“.

A dirlo il presidente del Senato, Ignazio La Russa, in un colloquio con il Corriere della Sera in merito a quanto avvenuto domenica. Sul saluto romano come gesto di apologia del fascismo e quindi reato, La Russa aggiunge: “Attendo con interesse la prevista riunione a sezione riunite della Cassazione proprio su questo punto. È possibile che si stabilisca che un saluto romano durante una commemorazione non sia apologia di fascismo, e quindi non sia reato, come molte sentenze stabiliscono. Servirebbe chiarezza, ce lo aspettiamo“.

Per il presidente del Senato “servirebbe chiarezza, ce lo aspettiamo. Da avvocato più che politico. Perchè, ripeto, come partito noi siamo estranei a certe manifestazioni. Quindi non abbiamo nulla da cui dissociarci“. E a La Repubblica La Russa precisa: “Una cosa è l’apologia di fascismo, una cosa è la ricostituzione del partito fascista, un’altra è la commemorazione di deceduti“.

9 Gennaio 2024

Condividi l'articolo