In provincia di Bologna

Chi è Andrea Beluzzi e perché è stato ucciso: fermato il coinquilino

La vittima aveva 54 anni: è stata uccisa a coltellate

Cronaca - di Redazione Web - 1 Gennaio 2024

CONDIVIDI

Chi è Andrea Beluzzi e perché è stato ucciso: fermato il coinquilino

C’è un fermo per il delitto di Andrea Beluzzi, 54enne trovato morto ieri in casa a San Giovanni in Persiceto nel Bolognese, colpito da diverse coltellate al petto. Si tratta del suo coinquilino di 48 anni, che aveva chiamato il 118 facendo scattare poi l’intervento dei carabinieri. In seguito agli elementi raccolti dai militari, dalla sezione investigazioni scientifiche, e dal medico legale, il pubblico ministero di turno, Flavio Lazzarini, intervenuto sul posto, ha disposto il fermo per il 48enne, cittadino italiano.

Chi è Andrea Beluzzi e perché è stato ucciso: fermato il coinquilino

Quest’ultimo è indagato per omicidio volontario. Si trova in carcere a Bologna a disposizione dell’autorità giudiziaria. I carabinieri della compagnia di San Giovanni in Persiceto e del nucleo investigativo di Bologna erano intervenuti nell’abitazione della vittima ieri nel primo pomeriggio. Ad allertarli il personale sanitario del 118, giunto per primo sul posto in seguito alla chiamata del coinquilino ora in stato di fermo.

Le indagini

Il corpo di Andrea Beluzzi, incensurato, è stato trovato in casa vicino al letto. Il personale sanitario, dopo aver constatato la presenza di ferite sul petto compatibili con delle lesioni da arma da taglio, aveva subito chiesto l’intervento dei carabinieri. Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera, l’uomo sottoposto a fermo si chiama Francesco Ferioli: pare che i due litigassero spesso e che proprio una violenta lite sia stata la causa che ha poi scatenato la furia omicida.

1 Gennaio 2024

Condividi l'articolo