La "tradizione" della Vigilia

“Una poltrona per due”, dove vedere il film ‘classico’ di Natale: il significato e il finale della pellicola

Cinema - di Redazione - 24 Dicembre 2023

CONDIVIDI

“Una poltrona per due”, dove vedere il film ‘classico’ di Natale: il significato e il finale della pellicola

Una tradizione tutta italiana. Con un appuntamento ormai da 26 anni, anche quest’anno la sera della vigilia di Natale in tv andrà in onda “Una poltrona per due”.

Dove vedere “Una poltrona per due”

Diventato di fatto un “meme” proprio per la scelta di Mediaset di riproporlo ogni anno alla vigilia di Natale, dal 1997 la pellicola che vede protagonisti  Dan Aykroyd, Eddie Murphy e Jamie Lee Curtis viene trasmessa puntualmente ogni 24 dicembre su Italia1.

La trama e il significato di “Una poltrona per due”

Uscito nel 1983 col titolo originale “Trading places”, il film diretto da John Landis racconta la storia dell’agente di borsa Louis Winthorpe (Dan Aykroyd) e del mendicante Billy Ray Valentine (Eddie Murphy).

Ambientato a Philadelphia nel periodo delle festività natalizie, i due protagonisti sono diversi ma in un certo senso anche simili: Winthorpe è un uomo superficiale e antipatico, dalla vita ricca apparentemente perfetta divisa dallo svago con gli amici della “Philly bene”, dall’amore per la bella e superficiale Penelope e i servigi del maggiordomo Coleman, l’unica persona di buon cuore che anima la sua quotidianità; dall’altra parte Billy Valentine è un senzatetto simpatico ma imbroglione, che mendica spacciandosi per un veterano del Vietnam.

Alla vigilia di Natale le loro vite si incrociano quando Winthorpe fa arrestare Billy quando il primo, dopo essersi scontrato in strada col mendicante, crede di esser stato aggredito.

I fratelli Mortimer e Randolph Duke, datori di lavoro di Winthorpe, decidono quindi di architettare una complicata scommessa scambiandoli di posto: Valentine si ritrova ad avere un prestigioso lavoro nella borsa, mentre Winthorpe perde tutto. L’obiettivo dei due anziani fratelli è di stabilire se le persone sono geneticamente portate alla criminalità o se è invece l’ambiente in cui vivono a condizionarli.

Fanno così arrestare Winthorpe con la complicità di un influente e corrotto funzionario del governo, Clarence Beeks, e offrono al senzatetto Valentine un posto nell’azienda: quest’ultimo si rivela un investitore in borsa, mentre Winthorpe è accecato da rabbia e rancore e tenterà di incastrare quello che considera un rivale, arrivando a irrompere con violenza a una festa di Natale organizzata dalla Duke&Duke.

Il finale del film

Subito dopo l’accaduto proprio Valentine viene a conoscenza dell’inganno perpetrato dai fratelli (che concluso il loro esperimento volevano disfarsi di entrambi) e, messosi alla ricerca di un Louis ormai a un passo dal suicidio, gli rivela l’amara verità.

Scoperto che i Duke sono in combutta con Beeks, sul loro libro paga non solo per incastrare Louis ma anche per ottenere illegalmente informazioni per mettere in atto una grande speculazione a Wall Street, Billy Ray e Louis, con l’aiuto di Coleman e Ophelia (una giovane prostituta che era stata assoldata da Beeks per screditare Winthorpe) si alleano per sfruttare a loro favore la situazione e vendicarsi dei due fratelli.

Una volta occupatisi di Beeks e fatto recapitare ai Duke un falso rapporto che li induce a dilapidare avventatamente il loro patrimonio in contratti futures, Winthorpe e Valentine riescono a mandare sul lastrico i due fratelli rendendo milionari sé stessi oltreché Ophelia, nuova fidanzata di Winthorpe, e Coleman, che d’ora in avanti penseranno solamente a godersi la vita.

La regola Eddy Murphy

Fino al 2010, l’utilizzo di informazioni governative rubate per ingigantire i propri profitti sul mercato azionario era tecnicamente ancora legale. Ispirandosi all’illecito trucco tentato dai fratelli Duke in “Una poltrona per due”, il Wall Street Transparency and Accountability Act sancì proprio l’impossibilità a usare fonti istituzionali a fini di lucro e ribattezzò la nuova linea guida “Eddie Murphy Rule”.

di: Redazione - 24 Dicembre 2023

Condividi l'articolo