I nuovi ecobonus

Incentivi auto elettriche, nel 2024 fino a 13mila euro per chi rottama il proprio veicolo

News - di Redazione - 21 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Incentivi auto elettriche, nel 2024 fino a 13mila euro per chi rottama il proprio veicolo

Da un minimo di 1500 euro ad un massimo di 13.750 euro: sono gli incentivi auto che metterà a disposizione lo Stato per l’acquisto nel 2024 di auto elettriche, ibride o termiche ma a basse emissioni inquinanti.

Il meccanismo messo a punto dal governo Meloni è il cosiddetto Ecobonus su cui ha lavorato il ministero delle Imprese e del Made in Italy guidato da Adolfo Urso: farà il suo debutto l’anno prossimo e che, scrive Repubblica, farà seguito ad un Dpcm entro gennaio che recepirà il leasing sociale per le famiglie con reddito medio basso.

Gli incentivi auto 2024

Ma procediamo con ordine. L’obiettivo del nuovo Ecobonus è sempre lo stesso: incentivare la rottamazione dei veicoli più inquinanti e l’acquisto di quelli più sostenibili.

Per farlo si dividono le categorie di automobili da poter acquistare tramite incentivi in tre gruppi: le elettriche, le ibride plug-in e le termiche a basse emissioni inquinanti. Sull’importo dell’incentivo pesa poi la “disponibilità” di una vettura da rottamare: contributo che aumenta in virtù della maggiore “anzianità” dell’auto da cedere.

I contributi maggiori andranno a chi sceglie una vettura completamente elettrica: dai 6mila euro per chi non ha auto da rottamare agli 11mila di chi ha una Euro2 di cui disfarsi, passando per i 9mila euro di una Euro4 e i 10mila euro di una Euro3. Con Isee sotto i 30mila euro il contributo base sale a 7500 euro e arriva fino a 13750 euro: c’è però in ogni caso da rispettare un limite massimo di spesa per la vettura, ovvero 35mila euro iva esclusa.

Il meccanismo è simile anche per la tutor ibride plug-in: in questo caso il contributo parte dai 4mila euro per chi non ha auto da rottamare a 8mila euro di chi ha una Euro2 di cui disfarsi, passando per i 5500 euro di una Euro4 e i 6mila euro di una Euro3. Con Isee sotto i 30mila euro il contributo base sale a 5mila euro e arriva fino a 10mila euro: in questo caso il limite di spesa per l’acquisto dell’auto è di 45mila euro.

Per le auto termiche a basse emissioni di CO2 per km il contributo c’è solo se si rottama e non sono previsti extra sulla base al reddito: si va da un minimo di 1.500 euro se si rottama una Euro4 a un massimo di 3mila euro per una Euro2.

I fondi a disposizione e il leasing sociale

I fondi a disposizione, spiega Repubblica, saranno 610 milioni di euro. A questi vanno aggiunti altri 320 milioni di euro avanzati dal 2023.

Nel piano del governo Meloni dovrebbe trovare spazio anche il “leasing sociale” per le famiglie con reddito medio basso. Si tratta di un sistema già in uso in Francia che permetterà ai nuclei con un reddito basso di avere un contributo a fronte di un contratto di noleggio non inferiore ai tre anni per usare una vettura che rientra tra quelle incentivate con l’Ecobonus.

di: Redazione - 21 Dicembre 2023

Condividi l'articolo