A Milano

Adescava minori online, li ricattava per filmati hard: arrestato 24enne dalla polizia

A far scattare le indagini la denuncia dei genitori di due 13enni. L'accusato utilizzava nickname per adescare i minori

Cronaca - di Redazione Web - 17 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Adescava minori online, li ricattava per filmati hard: arrestato 24enne dalla polizia

Per adescare le sue vittime avrebbe utilizzato nickname femminili e maschili. Li avrebbe minacciati in diverse maniere per costringerli a produrre materiale pedopornografico. È stato arrestato dalla Polizia a Milano un cittadino italiano di 24 anni. Gli agenti del Commissariato Rho Pero nei giorni scorso hanno eseguito un decreto di perquisizione locale e personale di ispezione di materiale informatico presso l’abitazione del giovane.

Le indagini sono scattate dopo le denunce dei genitori di due tredicenni. Secondo le denunce i due minori sarebbero stati costretti a girare video di atti di autoerotismo. Il 24enne li avrebbe ricattati: minacciava violenze nei confronti dei familiari e minacciava di inviare quelle immagini a loro conoscenti. Alcuni di questi contenuti sarebbero stati realizzati tramite l’utilizzo di un’applicazione in grado di registrare lo schermo anche nelle conversazioni chat.

I poliziotti hanno individuato il presunto autore alla luce dell’attività investigativa e dall’esame delle comunicazioni. A seguito delle perquisizioni la polizia ha trovato diversi telefoni cellulari e altro materiale informatico, messo a disposizione degli agenti della Polizia Scientifica. Da una prima ispezione telematica sul telefono cellulare del giovane sarebbe emersa un’ingente quantità di file audio, foto e video di natura pedopornografica.

Dalle indagini sono emersi almeno due nickname: uno al femminile, Rebecca Monti, e uno al maschile, Mirko Agridi. L’accusato li avrebbe utilizzati per adescare i minori. Dalle indagini sono emersi anche altri profili sui quali sono in corso altri accertamenti. Le registrazioni salvate sono relative a un arco temporale che va da luglio a novembre 2023 e riguardano giovani presumibilmente di minore età, sia maschile che femminile, coinvolti in atti di autoerotismo.

17 Dicembre 2023

Condividi l'articolo