L'incidente in serata

Tamponamento treni: cos’è successo a Faenza, lo scontro Frecciarossa-Regionale e i disagi sul traffico

Almeno 17 persone sono rimaste ferite nell'incidente a bassa velocità. Evacuati i convogli, ancora sui binari. Circolazione sospesa tra Forlì e Faenza. Cause da accertare

Cronaca - di Redazione Web - 11 Dicembre 2023

CONDIVIDI

FOTO DA TWITTER (VIGILI DEL FUOCO)
FOTO DA TWITTER (VIGILI DEL FUOCO)

Due treni a contatto: un regionale e un Frecciarossa. 17 persone sono rimaste ferine. È successo a Faenza, in provincia di Ravenna, lungo la linea ferroviaria Bologna Rimini. Nessuno dei feriti si trova in condizioni gravi, sei sono stati trasferiti in ospedale mentre il resto ha ricevuto assistenza sul posto. Secondo quanto ricostruito finora il Frecciarossa avrebbe urtato il Regionale a bassa velocità che era fermo. Ancora da accertare i motivi del tamponamento. La circolazione tra Forlì e Faenza è stata sospesa. Disagi sulla rete per buona parte della notte.

I due treni erano partiti rispettivamente da Pesaro e da Lecce, erano diretti a Bologna e a Venezia. Entrambi direzione nord, sulla linea Bologna-Rimini; un treno Rock e un Frecciarossa 1000, entrambi di ultima generazione. Dopo lo scontro – al chilometro 56+006, località via Corleto – i treni non hanno deragliato, dettaglio che ha sventato danni maggiori. I passeggeri sono stati fatti salire su un terzo treno che li ha portati alla stazione di Bologna Centrale, circa 400 persone sarebbero arrivate. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario, i Vigili del Fuoco e le forze dell’ordine.

Trenitalia ha fatto sapere in un comunicato che i due treni sono rimasti fermi nel punto in cui si sono urtati intorno alle 20:20. Lo scontro fortunatamente si è verificato a velocità molto ridotta. La rete dell’alta velocità è tornata a funzionare regolarmente soltanto lunedì mattina. Eventuali ritardi dei treni, ha fatto sapere Trenitalia, si riferiscono “a precedenti inconvenienti già risolti”. La circolazione resta sospesa tra Forlì e Faenza: sia i treni regionali sia quelli a lunga percorrenza sono instradati via Ravenna.

“Siamo lavorando a stretto contatto con la Regione Emilia-Romagna e con le forze di Protezione civile – aveva scritto il sindaco di Faenza, Massimo Isola su Facebook – ringraziando i soccorritori prontamente intervenuti”. Un testimone ha raccontato a RaiNews24: “Eravamo in carrozza, abbiamo sentito un urto abbastanza violento. Mi sono fatto male il collo perché ho sbattuto mentre ero seduto”.

La dinamica e le cause dell’incidente

Il macchinista del convoglio regionale è rimasto illeso. Sono in corso indagini sullo stato dei treni. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini ha spiegato che “sta seguendo con attenzione quanto successo in provincia di Ravenna, dove si è verificato un urto tra treni”. Il Mit ha comunicato che il ministro “sta chiedendo accurate relazioni sulle condizioni e l’assistenza dei feriti – seppur lievi – sulla protezione di tutti i passeggeri per il completamento del viaggio, sulla rapida individuazione delle cause e di eventuali responsabilità”.

Le ripercussioni sul traffico ferroviario

“Resta sospesa almeno fino alle 10 di lunedì 11 dicembre la circolazione ferroviaria fra Forlì e Faenza, sulla linea Bologna–Rimini, dopo l’urto fra due treni avvenuto nella serata del 10 dicembre», a spiegarlo è Trenitalia in una nota. I treni Alta Velocità sono instradati da Rimini a Faenza sul percorso alternativo via Ravenna, con ritardi superiori a 60 minuti. Anche i Regionali Veloci Piacenza – Ancona sono deviati via Faenza – Ravenna ed effettuano tutte le fermate fra Ravenna e Rimini. I Regionali veloci Bologna-Ravenna-Rimini sono cancellati tra Ravenna e Rimini. A partire dalle 7 è attivo un servizio di bus fra Faenza e Forlì. «Questa riprogrammazione comporterà modifiche degli orari e l’aumento dei tempi di percorrenza, in relazione anche al traffico stradale – aggiunge Trenitalia – L’utilizzo dei bus, inoltre, potrebbe comportare un numero di posti disponibili inferiore rispetto al normale servizio offerto. Si consiglia, pertanto, di valutare la ripianificazione del proprio viaggio. Il personale di Customer Care di Trenitalia e Trenitalia Tper è presente nelle stazioni per fornire informazioni utili per i viaggiatori. Informazioni anche nella sezione Infomobilità di Trenitalia e su trenitaliatper.it”.

11 Dicembre 2023

Condividi l'articolo