Il piccolo felino è morto

Gatto scuoiato vivo: la drammatica storia di Leone

Il povero micio torturato e abbandonato in strada ad Angri. Il tragico epilogo nonostante le cure dei veterinari. Una taglia da 13mila euro per chi troverà i responsabili

Cronaca - di Redazione Web - 11 Dicembre 2023

CONDIVIDI

Gatto scuoiato vivo: la drammatica storia di Leone

Il piccolo Leone non ce l’ha fatta. Il gatto scuoiato vivo ad Angri, in provincia di Salerno, è morto nonostante le cure dello staff del canile di Cava dè Tirreni. Ora gli esponenti di un’associazione animalista della cittadina ha disposto una taglia di 13mila euro in favore di chi contribuirà all’individuazione dei responsabili. Il caso ha scatenato il dibattito tra l’opinione pubblica locale e una pubblicazione di numerosi post diventati virali sui social. Le immagini raccapriccianti del povero felino martoriato hanno suscitato forte indignazione tra i cittadini del Salernitano.

Gatto scuoiato vivo: la drammatica storia di Leone

Il micio, infatti, è stato torturato e vittima di ogni sevizia possibile. Infine, è stato abbandonato in strada. Una violenza incredibile. “Credetemi – ha scritto Teresa Salzano, membro dell’associazione animalista – nell’Ambulatorio Asl Veterinaria di Cava dè Tirreni di animali soccorsi sul territorio, quotidianamente e ricoverati in condizioni drammatiche, pietose, assurde ne vediamo purtroppo di ogni genere…ma questo è davvero troppo! Un povero gatto scuoiato vivo! ma come si può arrivare a tanto!“.

Gatto scuoiato vivo: il piccolo Leone ha perso la vita

Questo il post pubblicato su Facebook dalla Salzano: “Credetemi…nell’Ambulatorio Asl Veterinaria di Cava dè Tirreni di animali soccorsi sul territorio, quotidianamente e ricoverati in condizioni drammatiche, pietose, assurde ne vediamo purtroppo di ogni genere…ma questo è davvero TROPPO! GIA’! UN POVERO GATTO SCUOIATO VIVO! MA COME SI PUÒ ARRIVARE A TANTO! GENTE MALATA! SIETE DEI MALATI MENTALI! VI SIETE DIVERTITI O DOVEVA FINIRE IN UN PIATTO? SIAMO TROPPO INDIGNATI, TROPPO DOLORE, TROPPO SCHIFO! Questa povera anima è stata immediatamente soccorsa e ricoverata in Ambulatorio Veterinario Asl di Cava de Tirreni. Ennesimo ringraziamento ai dottori dell’ Asl che amorevolmente, indignati peggio di noi, hanno provveduto ad una accurata pulizia chirurgica.

La sua situazione non è grave ma gravissima, ma noi operatori del Canile di Cava de’ Tirreni insieme ai dottori faremo l’impossibile…Grazie al dottore Luigi Toro per averlo recuperato sul territorio (Angri) e non solo, perché preparerà un fascicolo sull’accaduto che presenterà in Procura. Grazie ai dottori Gerardo Perrotta e Grazia Siciliano per la vostra immensa dedizione. Chiunque volesse aiutarci può farlo con: garze fitostimoline, crema fitostimoline, garze, benda orlata, hypermix, soluzione fisiologica, Rocefin ma anche tante preghiere per lui“.

Gatto scuoiato vivo: il post su Facebook per Leone

Leone caro, la violenza inaccettabile che ha martoriato il tuo corpicino, in questi giorni 4 giorni, ha sconvolto la vita di migliaia di persone, che sono restate con il fiato sospeso. Sei diventato il Leone di tutti, ti hanno amato, sostenuto, pensato ogni istante e pregato per te. Oggi sarà un giorno di grande dolore per chi ti ha amato. Il nostro Leone ci lasciato circondato fino alla fine da quell’amore che ha cercato in tutti i modi di combattere contro questo crimine senza precedenti. Grazie a chi ha lottato con lui, con noi e con i dottori che in questi giorni si sono alternati per le medicazioni e terapie.

Tutto ciò che è stato raccolto resterà a disposizione dell’ Ambulatorio Asl Veterinario di Cava de’ Tirreni per tutte le altre anime che come Leone verranno recuperate sul territorio ferite.
Leone caro, che la Terra ti sia lieve…con un grande dolore nel nostro cuore ti abbracciamo forte, forte, forte…ora possiamo farlo senza farti male“.

11 Dicembre 2023

Condividi l'articolo