Il difensore

Emanuele Compagno: chi è l’avvocato di Filippo Turetta, giornalista e legale nella bufera per i suoi post sui social

Spuntano sui social post vecchi di anni: sulla violenza sulle donne, su questioni di genere e procreazione assistita. E scoppia la bufera. L'avvocato nominato d'ufficio, ha chiarito che finora non ha fatto richiesta di perizia psichiatrica per il suo assistito

Cronaca - di Piero de Cindio - 23 Novembre 2023

CONDIVIDI

Screenshot con l’avvocato Compagno dalla trasmissione “Chi l’ha visto?”
Screenshot con l’avvocato Compagno dalla trasmissione “Chi l’ha visto?”

Emanuele Compagno è l’avvocato difensore di Filippo Turetta, il 22enne accusato dell’omicidio e il sequestro di persona della sua ex ragazza, la 22enne Giulia Cecchettin, il cui cadavere è stato ritrovato sabato scorso in un vallone nei pressi del lago di Barcis, in provincia di Pordenone. È stato nominato d’ufficio, da oggi sarà affiancato nella difesa da Giovanni Caruso, Ordinario di Diritto Penale all’Università degli Studi di Padova. Compagno da oggi è finito al centro dell’attenzione mediatica per alcuni suoi vecchi post pubblicati sui social network.

Alcuni suoi post sono diventati virali. Spaziano dalla violenza di genere ai migranti ai diritti LGBTQIA+. E sono piuttosto grotteschi. “Non capisco cosa ci facciano delle ragazzine vestite da put***e in giro per il paese”, si legge in uno. “Nella giornata contro la violenza alle donne è giusto ricordare che le vittime sono da entrambe le parti. È giusto ricordare tutti di fronte alla violenza”, scriveva il 25 novembre del 2020 postando un articolo de Il Giornale in cui si lanciava l’allarme “maschicidi”. E ancora in un altro post del maggio 2021 si leggeva: “L’alcol è una scusante per la donna, mentre non lo è per l’uomo. Una totale deresponsabilizzazione della donna, come fosse un oggetto incapace di auto-determinarsi. Il tutto coniato, poi, a Tg3 Linea Notte con la storia di Biancaneve. Queste esagerazioni servono solo a delegittimare la donna trasformando in farsa un problema serio. Portano all’assurdo un problema vero”.

Quando il cantante Valerio Scanu ha contratto un’Unione Civile, Compagno ha criticato il suo abito allargando il discorso alla questione di genere. “Perché scimmiottare una sposa, vestendosi in abito bianco con il velo? È giusto che due uomini si uniscano con l’unione civile, che non è un matrimonio. Ma sempre restando se stessi. È giusto banalizzare l’unione civile trasformandola in una pagliacciata?”. In altri post correlava in qualche modo la crisi del sistema sanitario pubblico alla questione migratoria e al reddito di cittadinanza. “Mancano i medici. Test di medicina. Uno su 4 passerà. Sì agli immigrati e sì al reddito di cittadinanza. No alle giovani intelligenze. Ecco l’Italia”.

 

In un altro post criticava la procreazione assistita – “Helton John grazie ad un utero in affitto diventa padre assieme al suo fidanzato. VERGOGNA!!!” – e in un altro ancora denunciava il Partito Democratico di alimentare la fantomatica teoria gender – “Il PD approva tutto questo. Ecco il vero volto del PD. Portare i bambini al Gay Pride per imparare queste cose. Deviare i bambini e renderli schiavi della devianza. Il PD non ha fatto politiche per la famiglia. Ha promosso le lobbi LGBT”. Altri utenti hanno fatto notare sue fotografie con esponenti del centrodestra come l’attuale Presidente del Senato Ignazio La Russa e l’ex ministro Renato Brunetta.

Chi è l’avvocato di Filippo Turetta

È impegnato, come si legge sul suo sito, “nel diritto civile, penale, diritto dei consumatori, famiglia, successioni, bancario, recupero crediti, amministrazione di sostegno, minori, sinistri, consulenza aziendale”. Maturità scientifica, si è laureato alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Padova con una tesi in diritto penale comparato su “La procreazione medicalmente assistita nell’ordinamento italiano e francese”. È iscritto all’albo nazionale dei giornalisti dal 2005, nell’elenco dei pubblicisti del Veneto. Ha collaborato con diverse testate e diversi programmi televisivi locali di approfondimento giornalistico.

Si è formato alla scuola per avvocati penalisti Emanuele Battain, ha un suo studio legale a Dolo, in provincia di Venezia. È stato autore di diverse pubblicazioni. Sulla procreazione medicalmente assistita e anche un testo che traccia una specie di parallelismo tra Felice Maniero e Matteo Vanzan. Alle elezioni amministrative del maggio 2014 si era candidato con una lista civica a sindaco del comune di Camponogara, comune di quasi 13mila abitanti nella provincia di Venezia. Compagno è anche sommelier e pilota di aereo.

La difesa di Filippo Turetta e la perizia psichiatrica

Poco prima del ritrovamento del corpo della ragazza, l’avvocato si era fatto notare per alcune dichiarazioni a RaiNews24 che avevano circolato molto in cui dichiarava che Filippo Turetta “non è mai stato aggressivo, un ragazzo da cui ci si poteva aspettare di tutto tranne che un gesto di violenza. Amava questa ragazza, le preparava dei biscotti, continuavano a vedersi”. Il legale non credeva a un gesto premeditato.

Compagno, intervistato ieri sera da Chi l’ha visto?, aveva risposto così alla possibilità di una perizia psichiatrica sul ragazzo: “Non lo so, non l’ho chiesta. Al momento è prematuro, dovrei consultarmi con i miei consulenti. A chi me lo ha chiesto ho semplicemente risposto che la perizia psichiatrica è uno degli strumenti che la legge pone a disposizione della difesa e quindi si valuterà se questo sarà uno strumento da adottare, in che misura, in che modo, con quali valutazioni. Al momento non c’è nulla di questo”.

L’infermità parziale funge da circostanza attenuante e può portare alla diminuzione di un terzo della pena. L’infermità totale invece porterebbe all’esclusione dell’imputabilità: in questi casi però di solito poi il soggetto può essere valutato come socialmente pericoloso e inserito in una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza, la Rems. Filippo Turetta tornerà in Italia sabato 25 novembre, sarà estradato dalla Germania proprio nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

23 Novembre 2023

Condividi l'articolo