Scatta l'allerta

Auto esplode sul Rainbow Bridge tra Stati Uniti e Canada: “Possibile attacco terroristico”, due morti

Esteri - di Redazione - 22 Novembre 2023

CONDIVIDI

Auto esplode sul Rainbow Bridge tra Stati Uniti e Canada: “Possibile attacco terroristico”, due morti

È scattata l’allerta massima al confine tra Stati Uniti e Canada dove poco prima di mezzogiorno (ora locale) un veicolo è esploso sul Rainbow Bridge, noto ponte poco distante dalle cascate del Niagara che collega i due Paesi, provocando almeno due morti, secondo quanto riferisce Fox News.

L’Fbi ha definito la situazione “in evoluzione”. L’esplosione è avvenuta un giorno prima della festa del Ringraziamento, in uno dei giorni più trafficati dell’anno. “Poiché la situazione è fluida, questo è tutto ciò che possiamo dire in questo momento“, ha affermato l’Fbi in una nota. Il veicolo era diretto negli Stati Uniti.

Immediate le misure di sicurezza. Tutti i quattro ponti tra Canada e Stati Uniti sul fiume Niagara sono stati chiusi per cautela, ha reso noto all’emittente Abc Ron Rienas, direttore generale della Buffalo and Fort Erie Public Bridge Authority. Anche gli edifici governativi nell’area del Rainbow Bridge sono stati evacuati.

L’ipotesi terrorismo

Secondo Fox News, che cita proprie fonti, l’esplosione del veicolo sarebbe un atto di terrorismo: all’intento del mezzo andate in fiamme c’erano infatti degli esplosivi. Tesi, quella del terrorismo, che per ora non trova conferme dalle parole di Dominic LeBlanc, ministro della pubblica sicurezza canadese, che ha sottolineato come sia “troppo presto” per dire se l’incidente sul Rainbow Bridge è stato un atto deliberato. LeBlanc allo stesso tempo ha parlato di “situazione molto grave” e che il governo sta prendendo “estremamente sul serio” l’esplosione e che sta ricevendo aggiornamenti regolari dalle autorità statunitensi, dalla Royal Canadian Mounted Police e dalle agenzie dei servizi di frontiera.

Secondo una prima ricostruzione della Cnn dell’episodio sul Rainbow Bridge, l’auto proveniente dal lato canadese del confine con gli Stati Uniti è esplosa dopo aver accelerato durante il processo di controllo al check point, mentre si dirigeva verso un’area di controllo secondaria. Le autorità non sanno cosa abbia causato l’esplosione. Sul posto stanno indagando l’Fbi, la polizia di frontiera e quella dello stato di New York. Le autorità federali stanno cercando di recuperare i video da diverse angolazioni perché le dichiarazioni dei testimoni variano, secondo la Cnn, che ha confermato la morte dei due passeggeri del veicolo. Feriti anche un poliziotto e un passante di 27 anni portato al Niagara Falls Memorial Hospital con ferite definite non gravi.

Parlando all’emittente locale WGRZ-TV, un testimone ha riferito di aver visto il veicolo procedere a forte velocità verso il valico, provenendo dalla parte Usa del confine. Il mezzo ha poi sterzato per evitare un’auto e si è schiantato contro una barriera ed è esploso. “All’improvviso è salito in aria e c’è stata una palla di fuoco alta 10-15 metri“, ha riferito il testimone.

In ogni caso l’allarme resta altissimo. Nell’aeroporto di Buffalo Niagara sono stati sospesi i voli internazionali in arrivo e in partenza, come annunciato la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti, spiegando che lo scalo resterà chiuso per due giorni. Ogni auto che entra nell’aeroporto internazionale di Buffalo viene controllata da cani anti-bomba in un contesto di maggiore sicurezza in risposta all’incidente al Rainbow Bridge, ha aggiunto alla Cnn un funzionario dei trasporti.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il premier canadese Justin Trudeau sono stati informati dell’esplosione dell’auto sul Rainbow Bridge. La Casa Bianca sta “monitorando da vicino la situazione“. “Siamo in stretto contatto con le autorità americane“, afferma anche Trudeau.

(articolo in aggiornamento)

di: Redazione - 22 Novembre 2023

Condividi l'articolo