Nel distretto di Hamdaniya

Strage al matrimonio, oltre 100 morti e 150 feriti nell’incendio al ricevimento in Iraq

Le fiamme hanno divorato la sala ricevimenti, forse divampate a causa dei fuochi di artificio. Morti anche marito e moglie, si stavano unendo con rito cristiano

Cronaca - di Redazione Web - 27 Settembre 2023 alle 09:35

Strage al matrimonio, oltre 100 morti e 150 feriti nell’incendio al ricevimento in Iraq

Oltre 100 invitati morti, almeno 150 feriti. È la strage che si è consumata a un matrimonio in Iraq, nel distretto di Hamdaniya, non lontano da Mosul. A causa di un incendio che si è verificato in una grande sala eventi quello che doveva essere un giorno di festa si è trasformato in una carneficina. Morti anche i due sposi, che si stavano unendo con rito cristiano. Secondo le prime informazioni la strage sarebbe scaturita a causa dei fuochi d’artificio esplosi al termine della celebrazione.

A rilanciare le immagini la televisione locale curda Rudaw. Si vedono le fiamme fuoriuscire dal tetto dall’eficio dove si stava festeggiando il matrimonio. Altri fotogrammi sui social raccontano la paura degli sposi che provano a scappare dall’inferno di fiamme metre dall’alto cadono pezzi di soffitto. Decine delle vittime sono morte intossicate dai fumi sprigionati dall’incendio. Dei feriti tantissimi hanno sofferto ustioni anche molto gravi.

Il primo ministro Mohammed Shia al-Sudani ha ordinato un’indagine su quanto accaduto e ha chiesto ai funzionari dell’Interno e della Sanità del Paese di dare tutti gli aiuti possibili. Il governatore della provincia di Ninive Nejim al-Jubouri ha dichiarato che il bilancio della strage è ancora provvisorio e potrebbe anche aumentare. Supersititi e soccorritori si sono fatti strada tra macerie e resti carbonizzati con la luce dei telefonini. Dei feriti tanti sono stati trasferiti in ospedali regionali.

 

27 Settembre 2023

Condividi l'articolo