La polemica

Caso Rubiales-Hermoso, la Federcalcio minaccia vie legali ma la FIFA sospende Rubiales

La Nazionale minaccia il boicottaggio se i dirigenti resteranno alla Federazione. Il lungo comunicato di Hermoso: "Mi sono sentita vulnerabile e vittima di un’aggressione, un atto impulsivo, machista, fuori luogo e senza alcun tipo di assenso da parte mia"

News - di Redazione Web - 26 Agosto 2023 alle 15:37 AGGIORNATO IL 26 Agosto 2023 alle 15:40

Caso Rubiales-Hermoso, la Federcalcio minaccia vie legali ma la FIFA sospende Rubiales

A difendere apertamente il Presidente della Federcalcio Spagnola Luis Rubiales è la stessa Federazione (RFEF) che in un comunicato difende il Presidente e avvalla la sua versione dei fatti: il bacio a Jennifer Hermoso è stato consensuale. Anzi sarebbe stato quasi lei a cercarlo. E questo nonostante il lungo comunicato pubblicato sui social in inglese e in spagnolo dell’attaccante campionessa del mondo a Sydney con la sua Nazionale. Vittoria totalmente offuscata dal bacio a stampo e a favor di telecamere sul palco della premiazione, Nazionale che ha diffuso un comunicato annunciando tramite il sindacato di settore Futpro il boicottaggio delle convocazioni fino a quando Rubiales e i dirigenti resteranno al loro posto. Nada, niente da fare, il colmo: la Federazione ha bocciato anche questo boicottaggio. Oggi pomeriggio è intervenuta la FIFA che ha sospeso il presidente della federazione spagnola da tutte le attività legate al calcio, a livello nazionale e internazionale.

Il comunicato di oltre 80 giocatrici comprese le 23 neocampionesse del mondo non cambia di una virgola la posizione della Federazione che si è stretta a pugno attorno al presidente che ieri ha chiarito in un discorso grottesto e aggressivo in assemblea che non si dimetterà. Anzi ha accusato il “falso femminismo” che sta danneggiando la società e un presunto killeraggio personale. Completamente all’attacco l’atteggiamento di Rubiales che in un primo momento aveva minimizzato l’accaduto poi aveva chiesto scusa in un video infine è passatto all’offensiva. Nessuna presa di posizione da parte della Nazionale maschile. Condanna dal governo del premier socialista Pedro Sanchez. Si è dimesso invece da membro del Consiglio di Amministrazione della RFEF José Miguel Ruiz Cortés, presidente dell’Associazione dei calciatori di Futsal, il calcio a 5.

Questo dopo il grottesco intervento di Rubiales all’Assemblea della Federcalcio che offriva una sua personalissima versione e ricostruzione di quei brevi momenti che hanno fatto il giro del mondo e generato un caso enorme. Il discorso era stato applaudito dalla platea. “La RFEF e il presidente, vista la gravità del contenuto del comunicato stampa del sindacato Futpro, avvieranno le azioni legali corrispondenti e sveleranno ciascuna delle bugie diffuse da qualcuno per conto della giocatrice o dalla giocatrice stessa” si legge ancora nella nota. La Federazione “rispetta come ha sempre rispettato le decisioni delle calciatrici che vogliono giocare o meno con la Spagna nelle partite internazionali, anche se ricorda che la partecipazione alle nazionali è un obbligo di tutti i tesserati, se convocati”. La Federazione ha annunciato “necessarie azioni legali”.

 

Hermoso ieri aveva chiarito la sua posizione: il bacio non era consensuale. “Non tollero che la mia parola venga messa in discussione”. Lungo il comunicato della calciatrice. “Voglio che sia chiaro che la conversazione descritta dal signor Rubiales non ha mai avuto luogo, e che il bacio non fu consensuale” ha scritto. “Mi sono sentita vulnerabile e vittima di un’aggressione, un atto impulsivo, machista, fuori luogo e senza alcun tipo di assenso da parte mia. In poche parole, non mi sono sentita rispettata”. Hermoso ha anche precisato di aver subito pressioni dalla Federcalcio per pubblicare un comunicato congiunto con Rubiales in cui si sminuiva l’accaduto. Ovviamente ha smentito il fatto di aver “tentato di sollevare da terra il presidente” come Rubiales ha detto nel discorso.

La Federcalcio invece ha pubblicato nella notte tra venerdì e sabato quattro foto che dovrebbero dimostrare come Hermoso abbia preso in braccio Rubiales. Il ministro della Cultura e dello Sport Miguel Iceta ha sollecitato le dimissioni di Rubiales ma anche riconosciuto i poteri limitati dell’esecutivo verso la Federcalcio che è un’entità privata e indipendente. L’attaccante ha ricevuto la solidarietà da tantissime calciatrici in tutto il mondo. Pochissimi i calciatori intervenuti a suo sostegno.

 

26 Agosto 2023

Condividi l'articolo