Il delitto a Primavalle

Uccisa a coltellate e abbandonata nel carrello della spesa, fermato per omicidio coetaneo di 17 anni

La scoperta macabra nei pressi di un carrello dell'immondizia. La testimonianza di un passante: "Ho visto quel ragazzo scendere con un carrello e un bustone nero dei rifiuti da cui cola del liquido si sente anche un odore forte"

Cronaca - di Redazione Web - 29 Giugno 2023

CONDIVIDI

Uccisa a coltellate e abbandonata nel carrello della spesa, fermato per omicidio coetaneo di 17 anni

Per l’omicidio di una 17enne a Roma, nel quartiere Primavalle, è stato fermato un 17enne, un coetaneo della ragazza. La vittima si chiamava Maria Michelle Causo. Il suo ritrovamento ha gettato nello scompiglio e nel terrore il quartiere intero. La ragazza sarebbe stata finita a coltellate, il corpo infilato in un sacco della spazzatura e infine caricato su un carrello della spesa. Il fermo dovrà essere convalidato. Il ragazzo è stato interrogato per molte ore in Questura. Sul caso infatti indaga la polizia.

Il ragazzo fermato ha 17 anni, originario dello Sri Lanka ma naturalizzato italiano. A far scattare l’allarme la segnalazione di un passante al numero di emergenza 112. “Ho visto quel ragazzo scendere con un carrello e un bustone nero dei rifiuti da cui cola del liquido si sente anche un odore forte”. Sul posto è intervenuta la polizia che ha trovato delle macchie di sangue che dal palazzo di un portone conducevano fino a un cassonetto in via Stefano Borgia. Gli agenti della Squadra Mobile e del commissariato hanno interdetto tutta la strada e sono risaliti alle testimonianze.

L’Ansa riporta una delle prime ipotesi, secondo cui il giovane avrebbe tentato di gettare tra i rifiuti il cadavere della vittima, senza riuscirci. Il corpo, dunque, sarebbe rimasto nel carrello vicino al muro di cinta di un parco, poco distante dai cassonetti. Disposta l’autopsia sul corpo della vittima. Potrebbe essere morta qualche ora prima del ritrovamento ma potrebbe anche essere passato qualche giorno. Il ragazzo è stato fermato e interrogato. La sua posizione è al vaglio degli inquirenti. Gli stessi stanno facendo luce su una vicenda che potrebbe coinvolgere anche altre persone il cui movente non risulta chiaro.

La ragazza frequentava l’istituto statale Vittorio Gassman in via Pietro Maffi. Da chiarire il movente del delitto, non è chiara la relazione che ci fosse tra i due ragazzi. In serata sul posto sono arrivati anche gli amici e i compagni di classe della vittima. Secondo il Corriere della Sera sarebbe stata assassinata con oltre dieci coltellate. La polizia sta acquisendo le immagini delle telecamere della zona e sta interrogando i condomini del palazzo in via Giuseppe Benedetto Dusmet dove sono state trovate le tracce di sangue. L’allarme era scattato intorno alle 16:00 di ieri. L’area è stata transennata dalle forze di polizia. Sconvolti gli abitanti per l’accaduto. Capannelli in strada e gente affacciata ai balconi a osservare i rilievi della scientifica.

29 Giugno 2023

Condividi l'articolo