Le novità in Rai

I nuovi palinsesti della Rai di Meloni: le novità da De Girolamo a Maggioni, la “promozione della natalità” nel contratto

Politica - di Redazione Web - 27 Giugno 2023

CONDIVIDI

I nuovi palinsesti della Rai di Meloni: le novità da De Girolamo a Maggioni, la “promozione della natalità” nel contratto

Sarà Report a prendere il posto di Che tempo che fa la domenica su Rai3. La decisione sarebbe stata presa in accordo con il conduttore Sigfrido Ranucci. La trasmissione d’inchiesta prenderà il via alle 20.55. In mezz’ora, dopo la decisione di Lucia Annunziata di lasciare la Rai, sarà condotto da Monica Maggioni e tornerà al format di un’intervista di 30 minuti, seguito da In Mezz’ora Storie con alcuni reportage. A prendere il posto di Massimo Gramellini il sabato sera su Rai3 sarà, invece, Serena Bortone. E poi ancora un programma per Nunzia De Girolamo il lunedì in prime time. Sono queste e tante altre le novità del nuovo palinsesto dei programmi Rai ai tempi di Giorgia Meloni.

L’amministratore delegato Roberto Sergio insieme al direttore Distribuzione Stefano Coletta ha presentato al consiglio di amministrazione i nuovi palinsesti. Con una novità che sarebbe aggiunta nel contratto, un’indiscrezione lanciata da Repubblica: la “promozione della natalità e della genitorialità” tra le mission dell’informazione. Che dopo aggiungerebbe anche “della parità di genere e delle pari opportunità” e infine anche del Made in Italy. Praticamente i principi che dovranno ispirare i programmi.

Ritoccati anche i palinsesti di Rai 3 che per anni è stato un fortino del centrosinistra, senza però toccare alcuni dei suoi simboli. Secondo le prime indiscrezioni resta Bianca Berlinguer su Rai tre con il suo Cartabianca che si troverà a competere con Belve di Francesca Fagnani e Boomerissima di Alessia Marcuzzi su rai due. Lunedì sera, dopo le 8 puntate di Presa diretta, sarà la volta del nuovo talk dell’ex ministra Nunzia De Girolamo. Corrado Augias manterrà la sua trasmissione Le Gioie della Musica, mentre lascerà Rebus, che durerà un’ora piena, e sarà condotto sempre da Giorgio Zanchini insieme a personalità differenti di ogni estrazione politica e rappresentativi di diverse realtà, tra cui Giordano Bruno Guerri, Massimo De Cataldo, Alessandro Giuli e Barbara AlbertiPietrangelo Buttafuoco ha invece smentito la sua partecipazione.

Si sta lavorando ad una striscia di cinque minuti su Rai2 tra I fatti vostri e il tg delle 13, una sorta di riedizione di Sgarbi Quotidiani, che potrebbe essere affidata a Filippo Facci, mentre Salvo Sottile dotrebbe condurre un talk in prima serata da gennaio. Il sabato pomeriggio su Rai3 arriva il programma Poster, condotto da Monica Giandotti che approfondirà le scelte dei giovani impegnati in diversi settori. Ad Agorà al suo posto approda da SkyTg24 Roberto Inciocchi, scelto per la sua lunga esperienza proprio in quella fascia oraria nel tentativo di incrementare gli ascolti del programma, mentre Sara Mariani sabato e domenica condurrà Agorà Weekend. Luisella Costamagna prenderà in eredità lo spazio di Annalisa Bruchi sempre in seconda serata su Rai2 con il programma Tango, titolo che si ispira alla sua partecipazione a Ballando con le stelle, che si occuperà di economia e politica anche con un taglio meno serioso.

Al programma di Bruchi Restart è stata affidata una striscia quotidiana su Rai3 dalle 10 alle 10.30. Su Rai1 sarà lanciato un programma di Francesco Giorgino in seconda serata il lunedì. Confermati, oltre a Porta a Porta, la striscia quotidiana 5 minuti di Bruno Vespa subito dopo il Tg1 dopo i tre mesi sperimentali e Il cavallo e la torre di Marco Damilano in access su Rai3. Sulla terza rete torna anche Chi l’ha visto con Federica Sciarelli. Tra le altre novità Pino Insegno dovrebbe guidare l’Eredità da gennaio su Rai1, Caterina Balivo sostituirà Serena Bortone nel pomeriggio della rete ammiraglia con uno show che dovrebbe chiamarsi La volta buona. Torna anche Elisa Isoardi che va alla guida di Linea Verde Life. Tiberio Timperi passa a I Fatti Vostri, lasciando Unomattina in famiglia a Beppe Convertini. In consiglio di amministrazione è stato anche trattato il tema del contratto di servizio 2023-2028, il cui schema sarà sottoposto ad approvazione nel corso del prossimo cda.

27 Giugno 2023

Condividi l'articolo